|
napoli 2
25 ottobre 2020, Aggiornato alle 12,46
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Rotterdam punta sull'elettrificazione delle banchine

L'Autorità portuale della città olandese prevede, entro il 2030, di alimentare da terra la maggior parte delle navi

Rotterdam, installazione di un impianto di elettrificazione in banchina (©DannyCornelissen)

Il porto di Rotterdam punta con decisione sull'elettrificazione delle banchine. Il Comune e l'Autorità portuale della città olandese annunciano infatti l'accelerazione dei programmi per consentire alle navi che approdano nello scalo di spegnere i generatori diesel di bordo utilizzati per generare energia elettrica grazie all'installazione sulle banchine di apparecchiature per connetterle con la rete elettrica terrestre. Un investimento di 125 milioni di euro (75 dalle aziende coinvolte e 50 di finanziamenti pubblici) dovrebbe consentire di utilizzare questo sistema per la maggior parte delle navi entro il 2030.

Tre obiettivi caratterizzano la strategia definita da Comune e Autorità portuale: il primo è incentrato principalmente sulla qualità delle aree urbane adiacenti alle aree portuali e prevede che tutte le banchine pubbliche presenti in queste aree vengano dotate di sistemi di elettrificazione (cold ironing). Il secondo prevede di accelerare il processo di elettrificazione delle banchine per alimentare da terra, entro il 2030, il 90% di traghetti, navi ro-ro, unità offshore e navi da crociera, e il 50% delle portacontainer. Il terzo obiettivo è lo sviluppo di innovazioni tecnologiche per categorie di navi come le unità cisterna che sono difficili da servire con gli impianti elettrici in porto.