|
adsp napoli 1
24 giugno 2024, Aggiornato alle 19,40
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4

Ripartono gli avvistamenti di cetacei a bordo delle navi Corsica Sardinia

Diciottesimo anno di campagna di monitoraggio ambientale con i ricercatori della Fondazione Cima. Delfini, balenottere e stenelle tra i mammiferi più avvistati

Una stenella, della famiglia dei delfini

Sono ripresi agli inizi di maggio i monitoraggi ambientali che la Fondazione CIMA realizza a bordo delle navi di Corsica Sardinia Ferries sulle tratte Vado Ligure/Bastia e Nizza/Bastia. Quest'anno, che rappresenta il diciottesimo anno consecutivo di monitoraggio, a bordo sono presenti 5 ricercatori per avvistare principalmente gruppi di delfini comuni. Seppur "comuni", questa specie è ormai molto rara, soprattutto nel Mar Ligure, e il suo avvistamento fa sperare in un possibile ritorno.

Ma la campagna di monitoraggio estiva non riguarda solo questi mammiferi. Nei primi sei viaggi del mese di maggio sono stati almeno 15 gli avvistamenti di balenottere, soprattutto sulla tratta Nizza/Bastia, mentre oltre 20 gruppi di stenelle sono stati avvistati in tutta l'area monitorata. «Sulla tratta Vado Ligure/Bastia la presenza di un gruppetto di zifi conferma l'attrazione di questa specie per la zona dei canyon di Savona-Vado, che per loro è l'habitat ideale. Questo tratto di mare è una tra le più importanti aree (hotspot) per lo zifio nel Mediterraneo" afferma Paola Tepsich – Ricercatrice di Fondazione CIMA.

Quest'anno, grazie al progetto LIFE CONCEPTU MARIS, i cittadini potranno prendere parte alle uscite di monitoraggio e diventare ricercatori per un giorno. A partire dal mese di giugno, infatti, i cittadini che si sono candidati sul sito del progetto, inizieranno ad imbarcarsi sulle Navi Gialle, contribuendo all'attività dei ricercatori, che mostreranno loro le tecniche e l'habitat.

Prosegue anche la formazione degli Ufficiali: durante i prossimi imbarchi, i ricercatori consegneranno gli attestati di superamento del corso sul "Monitoraggio della Biodiversità e Rischio di Collisione", alle navi più virtuose della compagnia, dove tutto il personale di coperta ha una formazione precisa e completa sulle specie che abitano il Mediterraneo. «Da moltissimi anni, gli equipaggi di Corsica Sardinia Ferries accolgono con entusiasmo le iniziative di ricerca e formazione, divenendo parte attiva dei monitoraggi e alleati fondamentali per la conservazione del Santuario Pelagos», afferma Paola Tepsich, ricercatrice di Fondazione CIMA.

«Corsica Sardinia Ferries è sempre più Green Oriented ed è consapevole dell'importanza del mare e della sua salute, per questo si impegna quotidianamente per ridurre la sua impronta ecologica e preservare il Mediterraneo, il suo ecosistema e la sua preziosa biodiversità», afferma Cristina Pizzutti, responsabile Comunicazione e Marketing di Corsica Sardinia Ferries.

Tag: ambiente