|
adsp napoli 1
25 aprile 2024, Aggiornato alle 12,04
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2

Revisione Energy Taxation Directive, Assarmatori: "Prudenza italiana tutela il trasporto marittimo"

La Commissione europea ha proposto di estendere la tassazione anche al carburante utilizzato dalle navi

(Ph: Adobe Stock)

Assarmatori esprime soddisfazione per la posizione assunta dall'Italia e per la forte e conseguente preoccupazione espressa a Bruxelles dai rappresentanti del nostro governo sull'ipotesi di revisione dell'Energy Taxation Directive (ETD), normativa dagli effetti potenzialmente deflagranti per il trasporto marittimo, e quindi per un asset strategico per l'intera economia del nostro Paese. 

Come ormai noto, la Commissione europea ha proposto di estendere la tassazione anche al carburante utilizzato dalle navi e anche se la Presidenza di turno del Consiglio dell'Unione ha recentemente inserito alcune deroghe, queste modifiche sono ampiamente inadeguate per tutelare sia lo shipping sia l'intera filiera di produzione e distribuzione nazionale di carburanti.

"Esiste concretamente il rischio – evidenzia il presidente di Assarmatori, Stefano Messina – di una significativa perdita di competitività di interi segmenti dell'economia comunitaria e del nostro Paese a tutto vantaggio, nel Mediterraneo, dei Paesi che si affacciano su questo mare, ma non soggetti alle nuove normative in quanto non membri della Ue. A pagare il conto di una misura così concepita sarebbero non solo vari segmenti del trasporto marittimo, ma anche attività sinergiche come quelle portuali, della logistica e di bunkeraggio, nonché le imprese di raffinazione che producono il fuel utilizzato dai motori marini".