|
napoli 2
25 settembre 2020, Aggiornato alle 17,23
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Primo appalto navale estero per Irisl

Hyundai Heavy Industries realizzerà per la compagnia di Stato iraniana dieci navi: sei chimichiere e quattro portacontainer


Un contratto da 650 milioni di dollari, firmato a Seul, tra Islamic Republic of Iran Shipping Lines (Irisl) e Hyundai Heavy Industries (Hhi), che lo rende noto, apre le porte dell'Iran agli appalti navali esteri. Il polo navalmeccanico sudcoreano realizzerà per la compagnia di Stato iraniana dieci navi: sei chimichiere da 49mila tonnellate e quattro portacontainer da 14,500 teu, più altre in opzione.
 
Dopo la fine dell'embargo, per l'Iran sono una serie di "prime volte". Dopo il ritorno di Msc, l'accordo tra zone franche con il porto di Trieste e il ritorno di Maersk, per la repubblica islamica è la volta del primo ordine navale ad un'azienda estera. 
 
Le dieci unità verranno realizzate negli stabilimenti di Ulsan, nella Hyundai Mipo Dockyard, con consegna dal terzo trimestre 2018. Le navi cisterna saranno lunghe 183 metri e larghe 32,2 mentre le portacontainer saranno lunghe 366 metri e larghe 48,2.