|
napoli 2
12 dicembre 2019, Aggiornato alle 12,04
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Armatori

Presentata a Barcellona la "nuova" Cruise Roma

La nave è stata recentemente sottoposta a lavori di allungamento e restyling presso il cantiere Fincantieri di Palermo

Da sinistra: Casillas, i Pagès, Danese, Grimaldi, di Majo

La prima nave del Mediterraneo con zero emissioni in porto viene dalla flotta Grimaldi ed è stata presentata lunedì nel porto di Barcellona. Si tratta della "nuova" Cruise Roma, allungata e riallestita nel cantiere Fincantieri di Palermo, ora tornata operativa sulla linea Civitavecchia-Porto Torres-Barcellona. Una breve cerimonia ha visto la partecipazione delle autorità civili e marittime, clienti e partner del gruppo Grimaldi. In particolare, c'erano Mercé Conesa i Pagès, presidente dell'Autorità portuale di Barcellona; Leandro Melgar Casillas, director de explotación di Puertos del Estado; Francesco Maria di Majo, presidente Autorità di sistema portuale di Civitavecchia; Gaia Danese, Console generale Italiano a Barcellona. Gli onori di casa sono stati fatti da Guido Grimaldi, direttore commerciale della sezione short sea shipping del gruppo partenopeo.

I numeri
Già prima dei lavori di allungamento l'ammiraglia del gruppo Grimaldi era tra i traghetti più grandi al mondo per il trasporto di merci e passeggeri. Grazie all'inserimento di un troncone di 29 metri, adesso l'unità misura 254 metri e ha una stazza lorda di circa 63 mila tonnellate. A disposizione dei 3,500 passeggeri che la nave è ora in grado di ospitare vi sono 499 cabine (per un totale di 1,994 posti letto) e 600 poltrone reclinabili. Inoltre, i tre ristoranti della Cruise Roma sono in grado di accogliere 850 persone, 280 in più rispetto a prima, grazie all'aggiunta di un ristorante "Family self-service". Infine, per quanto riguarda i veicoli, il ponte auto di 3 mila metri quadri ha una capacità di 271 automobili, mentre oltre 3,700 metri lineari sono destinati a circa 210 mezzi pesanti. 

La tecnologia
Sono state adottate soluzioni d'avanguardia volte alla riduzione dell'impatto ambientale e al risparmio energetico. In particolare, sono stati installati quattro scrubber per la depurazione dei gas di scarico al fine di abbattere le emissioni di zolfo fino allo 0,1 per cento in massa – oltre sette volte meno il limite consentito che scatterà in tutto il mondo nel 2020 - e di ridurre il particolato dell'80 per cento. È stato inoltre installato un impianto di mega batterie a litio della capacità di oltre 5 MWh per alimentare la nave durante le soste nei porti senza la necessità di mettere in funzione i diesel-generatori, raggiungendo così l'obiettivo promosso dal gruppo Grimaldi delle zero emissioni in porto. 

«La Cruise Roma rappresenta lo scenario ideale per mostrare in che modo siamo riusciti a realizzare i nostri obiettivi in tema di mobilità e sostenibilità ambientale», ha detto Guido Grimaldi durante la presentazione. «Siamo convinti - ha concluso - che il futuro sia ‘green' e assicuriamo che il gruppo Grimaldi garantirà il massimo sforzo affinché i trasporti e la logistica siano sempre più all'avanguardia nella sostenibilità ambientale, nell'innovazione tecnologica e nella sicurezza».