|
napoli 2
24 settembre 2020, Aggiornato alle 20,12
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Eventi

Posillipo nell'Atlante della città storica

Italo Ferraro dedica il decimo volume dell'opera ad uno dei siti più belli e affascinanti della città. Presentazione il 17 dicembre


Posillipo censita dal mare alla collina attraverso tutti gli elementi concreti della sua forma urbana e architettonica. Italo Ferraro, autore della collana Napoli. Atlante della città storica (Oikos edizioni), dedica il decimo volume dell'opera ad uno dei siti più belli e affascinanti della città, dove la potenza del mito e della storia si fondono con la straordinaria bellezza del paesaggio. Il volume sarà presentato a Napoli sabato 17 dicembre (ore 11) Al Blu di Prussia, in via Gaetano Filangieri 42.


730 pagine di accurate descrizioni, con innumerevoli disegni e foto, analizzano e catalogano, per la prima volta, la complessiva opera urbanistica del ‘900 dalla parte alta di Posillipo fino a Mergellina, al rione Sannazzaro-Posillipo; dall'insediamento romano che, al livello del mare, ha lasciato numerose testimonianze, a quello medievale con i quattro casali collinari: Santo Strato, Angari, Spollano e Villanova; dai palazzi rinascimentali e barocchi ai più recenti nuclei dell'800 e 900.


L'autore, nel rilevare il territorio, rincorre l'eco della cultura greca che ha influenzato tutta l'epoca antica di cui oggi si ha traccia a Posillipo, un esempio per tutti: la cavea del teatro romano di epoca augustea poggia al suolo seguendo esattamente i criteri di costruzione del teatro greco. Ed è proprio in questa visione ellenica che "Posillipo continua ad essere una terra per il corpo e per i sensi " dice Ferraro e di "tregua dal dolore" proprio secondo l'etimologia del nome Pausilipon.

Nell'immagine: Gaspar Van Wittel, veduta di posillipo con palazzo donn'anna, 1699-1701