|
adsp napoli 1
19 luglio 2024, Aggiornato alle 14,22
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Logistica

Porto di La Spezia, a maggio bando quinquennale per i rifiuti navali

Nei giorni scorsi l'autorità portuale ha decretato un piano che prevede, tra le altre cose, la creazione di due isole ecologiche

(Horst Gutmann/Flickr)

L'Autorità di sistema portuale di La Spezia ha elaborato un nuovo piano di raccolta e gestione e raccolta dei rifiuti prodotti dalle navi, che include anche lo smaltimento dei residui del carico. È stato approvato con decreto del presidente Mario Sommariva nei giorni scorsi ed è il primo a tenere conto delle nuove competenze attribuite alle autorità di sistema portuale, prima in capo alle Capitanerie di Porto. 

Attualmente è in corso la preparazione del sistema tariffario, che sarà posto alla base della gara pubblica prevista entro maggio prossimo, per l'affidamento del servizio quinquennale di raccolta e gestione dei rifiuti prodotti dalle navi e dei residui del carico nel porto spezzino.

Redatto dallo studio Barducci di Firenze, con Ingris Roncarolo responsabile del procedimento per l'autorità portuale, il piano prevede anche lo sviluppo e l'adozione di un software gestionale specifico, elaborato tenendo conto delle dimensioni dello scalo e della tipologia di navi che vi approdano, comprendendo un'analisi dettagliata del contesto normativo nazionale ed internazionale di riferimento, oltre ad una panoramica dell'attuale sistema di gestione e della tipologia e dei quantitativi dei rifiuti conferiti. 

Il piano è basato su quattro punti:
• valuta il fabbisogno di impianti portuali di raccolta in relazione alle esigenze delle navi;
• individua procedure di accettazione e raccolta che garantiscano la facilità di accesso, l'efficienza e l'economicità del servizio;
• descrive il sistema di recupero dei costi come da art.8 del Dlgs.197/2021; 
• delinea procedure di consultazione permanenti con gli utenti del porto o i loro rappresentanti. 

Nel piano è previsto anche il potenziamento della raccolta differenziata di organico, carta e cartone, plastica e similari, vetro, metalli e secco residuo prodotto dalle navi mercantili, dalla nautica da diporto, dai servizi portuali, dai battellieri e dai pescherecci. Verranno posizionate altre due isole ecologiche, dedicate anche ai rifiuti speciali pericolosi della nautica da diporto, che si aggiungono a quelle presenti alla banchina T. Revel. Per tutti i concessionari nautici verrà implementata la raccolta dei Rifiuti Volontariamente Raccolti (RVR).

-
credito immagine in alto

Tag: ambiente - rifiuti