|
napoli 2
27 settembre 2021, Aggiornato alle 13,33
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Porto di Genova, saldo 2021 negativo ma con 2,2 miliardi di investimenti

Comitato di gestione approva bilancio di previsione. Nuove concessioni a Eurocraft Cantieri Navali e contributi alla formazione per i camalli

Navi da crociera nel porto di Genova (Rab Lawrence/Flickr)

Il Comitato di gestione dell'Autorità di sistema portuale di Genova, Savona e Vado Ligure ha approvato le prime note di variazione al bilancio di previsione 2021 che vede nuove entrate per 418 milioni di euro e maggiori uscite per 498 milioni, con un saldo della gestione che passa da -58,4 milioni a -138,4 milioni, coperto attraverso il ricorso all'avanzo di amministrazione accumulato nei precedenti esercizi.

Le variazioni, sia in entrata che in spesa, sono essenzialmente riconducibili all'aggiornamento del piano degli investimenti straordinario ed ordinario. Le maggiori entrate in conto capitale ammontano a 416 milioni e sono strettamente correlate alle maggiori Spese in conto capitale, per oltre 495 milioni.

A seguito dell'aggiornamento del programma straordinario finanziato dal "decreto Genova" (legge 130/2018), principalmente per il porto capoluogo, ma anche per Savona e Vado Ligure, si prevedono ad oggi investimenti complessivi per 2,29 miliardi, con un rilevante impegno economico dell'Autorità di sistema portuale della Liguria Occidentale. Di queste risorse

• 993 milioni provengono dall'ente pubblico non economico;
• 296,4 milioni da linee di credito in corso di istruttoria;
• 15 milioni a carico di ASPI, 10,5 milionia carico di Aeroporto di Genova; 
• 131,5 milioni a carico di RFI; 
• 123,3 milioni a carico del concessionario per il progetto Hennebique; 
• 54 milioni a valere sul bilancio del commissario straordinario; 
• 656 milioni a valere su fondi statali in corso di istruttoria. 

Il finanziamento dell'opera più complessa e costosa, lo spostamento e allungamento della diga foranea di Genova, è attualmente in fase di perfezionamento. 

Anche il programma triennale ordinario delle opere 2021-2023 prevede un incremento di investimenti per 20,2 milioni, portando così la programmazione ordinaria per l'anno in corso a 109,4 milioni di euro, di cui l'82 per cento afferente progetti dell'area di Savona Vado e il 18 per cento a progetti del comparto genovese.

Il Comitato di gestione ha poi espresso parere favorevole in ordine al rilascio della concessione demaniale pluriennale, della durata di vent'anni, a favore di Eurocraft Cantieri Navali su un compendio demaniale costituito da un capannone ad uso cantiere navale e aree di piazzale adiacenti, nel bacino di Vado Ligure, per lo svolgimento dell'attività di costruzione e manutenzione di imbarcazioni da diporto.

Infine, è stato approvato il riconoscimento a favore della CULMV "Paride Batini" di un contributo di circa 196 mila euro per le attività formative degli addetti svolte nel primo trimestre del 2021.

-
credito immagine in alto