|
Porto di Napoli
16 novembre 2018, Aggiornato alle 11,30
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Infrastrutture - Logistica

Porto di Civitavecchia punta sui prodotti ortofrutticoli

Per incrementare import/export, firmato protocollo con il Centro Agroalimentare di Roma (CAR)


Il porto di Civitavecchia punta ad incrementare il traffico di prodotti ortofrutticoli. Con questo obiettivo il presidente dell'AdSP del Mar Tirreno Centro Settentrionale, Francesco Maria di Majo, e il presidente e il direttore generale del Centro Agroalimentare di Roma (CAR), Valter Giammaria e Fabio Massimo Pallottini, hanno sottoscritto mercoledì il protocollo d'intesa "Portunus - Porti e Mercati di Roma insieme nel Mediterraneo".

 

L'Authority vuole far crescere i volumi di merci in transito e in import/export dei prodotti ortofrutticoli laziali dal porto di Civitavecchia verso il CAR, oltre che di generare possibili ricadute positive per l'economia in termini fiscali e occupazionali. L'intesa, nello specifico, prevede tra le attività la stesura concordata di un calendario annuale di iniziative comuni anche nei settori fieristico, espositivo, congressuale e culturale.

 

Un accordo incardinato su cinque priorità: internazionalizzazione delle imprese laziali nei mercati del Mediterraneo; sviluppo della logistica per l'ortofrutta (attenzione alla filiera agroalimentare, infrastrutture portuali, nuove tecnologie di trasporto a temperatura controllata, ecc.); attrazione e gestione di investimenti internazionali; pianificazione di proposte per l'intermodalità, l'info-mobilità assistita, il trasporto a basso impatto ambientale dell'ortofrutta fresca del Lazio per valorizzare le produzioni territoriali; gestione editoriale di progetti mediatici per affermare la cultura delle infrastrutture economiche pubbliche.