|
adsp napoli 1
24 maggio 2024, Aggiornato alle 11,47
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Infrastrutture

Porto di Brindisi, potenziamento in corso degli ormeggi ro-ro

In costruzione un pontile per l'attracco dei traghetti. Lavori ultimati nel giro di due mesi


Questa mattina il presidente dell'Autorità di sistema portuale dell'Adriatico Meridionale, Ugo Patroni Griffi, ha visitato l'area di cantiere di Costa Morena ovest, nel porto di Brindisi, dov'è in corso il potenziamento degli ormeggi ro-ro tramite la realizzazione di un pontile con briccole. Alla visita erano presenti anche il comandante in seconda della Capitaneria di Porto di Brindisi, C.F. (CP) Andrea Chirizzi, il capo Piloti, Leo Morolla, il capo del Gruppo Ormeggiatori, Vincenzo Cafarella. L'importo totale dell'appalto è di circa 6,4 milioni di euro. 

Si tratta di un'opera strategica per il porto di Brindisi, attesa da anni dal cluster, necessaria per innalzare i livelli di sicurezza nelle fasi di ormeggio delle navi traghetto che ordinariamente attraccano di poppa presso le banchine. È stata quindi avviata una campagna di infissione di sei pali sulla cui testa saranno impiantate delle piattaforme metalliche a costituire le briccole. Una gru speciale, dotata di vibro-infissore, riesce ad infiggere a meno 43 metri sul livello medio mare questi pali metallici che sorreggeranno il pontile funzionale al solo attracco e ormeggio delle navi. La prima briccola è posta a 17 metri dall'attuale banchina, le restanti quattro ad un intervallo di 30 metri; mentre l'ultima, lato mare, sarà posizionata a 60 metri dalla precedente. Le briccole saranno collegate tra loro da passerelle in acciaio per consentire il passaggio degli ormeggiatori e dei piloti del porto. L'Autorità di sistema portuale prevede che la definizione della struttura metallica delle briccole sia conclusa entro i prossimi due mesi.

«Sta finalmente prendendo vita una delle opere più importanti e strategiche per il rilancio dello scalo di Brindisi», commenta il presidente Patroni Griffi. «Stiamo realizzando un'infrastruttura altamente performante, dal minimo impatto ambientale che oltre ad innalzare significativamente i livelli di sicurezza ci darà la possibilità di intensificare i collegamenti dei rotabili, quindi, i volumi di traffico nelle Motorways of the Sea (autostrade del mare). Le ricadute per lo scalo, per il retroporto e per tutto il territorio saranno enormi. Una importante svolta positiva, soprattutto in questo momento storico in cui c'è tanta apprensione per il processo di desertificazione industriale in corso».  

Attualmente, un'ordinanza della Capitaneria di Porto di Brindisi vieta l'ormeggio in andana (le navi disposte affiancate perpendicolarmente rispetto alla banchina) in caso di vento forza 8, riducendo pertanto notevolmente i posti disponibili. Soprattutto in condizioni meteomarine avverse, quindi, attraverso le briccole si potranno superare i vincoli dell'ordinanza, oggi esistenti e si  garantirà la massima sicurezza degli addetti all'ormeggio, delle operazioni di sbarco e imbarco e delle stesse navi, atteso che, al momento, sono tenute "in posizione", ossia ferme e in condizioni di sicurezza, esclusivamente dalle ancore poste a prora.

Il progetto è stato dichiarato ammissibile e finanziabile con i fondi POC PUGLIA 2014-2020 – POR PUGLIA 2014-2020. ASSE VII "Sistemi di Trasporto e Infrastrutture di Rete"- AZIONE 7.4 "Interventi per la competitività del sistema portuale e interportuale" con Determinazione Dirigenziale n. 32 del 26.04.2021 emanata dal Dipartimento Mobilità, Qualità Urbana, Opere Pubbliche, Ecologia e Paesaggio – Sezione Trasporto Pubblico Locale e Grandi Progetti, per l'importo provvisorio concedibile pari a € 9.117.394,32.

I lavori di potenziamento degli ormeggi ro-ro del porto di Brindisi sono eseguiti dall'A.T.I. (Associazione Temporanea di Imprese) composta da Venna in qualità di mandataria e da Research Consorzio Stabile s.c.arl in qualità di mandante e ausiliaria, con la società Duomi S.r.l, indicata per la redazione del progetto che si è aggiudicata la gara di appalto integrato, mediante procedura di gara aperta telematica.

Tag: brindisi