|
adsp napoli 1
13 agosto 2022, Aggiornato alle 15,15
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Porti di Napoli e Salerno nel 2021 superano livelli pre-pandemia

Movimentate circa mezzo milione di tonnellate in più rispetto al 2019. Tutti i settori sono in progressione, anche i crocieristi e i passeggeri, ma su volumi lontani dalla normalità

(Hervé Simon/Flickr)

Con 33,37 milioni di tonnellate il sistema portuale di Napoli e Salerno, che include anche Castellammare di Stabia, supera il traffico pre-pandemia crescendo dell'8,4 per cento nel 2021, movimentando circa 2,5 milioni di tonnellate in più sul 2020. Lo rende noto l'Autorità di sistema portuale del Tirreno Centrale. Nel 2019 il traffico è stato pari a 32,87 milioni di tonnellate.

Crescono tutti i settori merceologici: le rinfuse liquide (+14,9%), quelle solide (+31,3%) i container (+4,9%) e i rotabili (+6,6%). Anche i crocieristi sono in recupero, anche se su cifre molto lontane dal pre-pandemia in quanto hanno raggiunto i 235,259 passeggeri movimentati (rispetto agli 1,45 milioni del 2019). Invece, i passeggeri generali movimentati, quelli sui traghetti e gli aliscafi, sono stati pari a 4.71 milioni di persone (erano 7,88 milioni nel 2019).

Container
Si mantengono in leggera crescita a Napoli, pari a 652,599 TEU (+1,4%) mentre a Salerno la progressione è a doppia cifra, più 10,9 per cento, pari a 418,102 TEU.

Continua invece il calo del gas naturale liquefatto, anche se a novembre e dicembre scorsi c'è stato un balzo percentuale positivo per il 34,5 e il 49,7 per cento.

Rotabili
Napoli vede un traffico in crescita del 14,4 per cento (4,55 milioni di tonnellate), mentre Salerno si mantiene relativamente stabile con un -0,2 per cento, pari a 8,78 milioni di tonnellate di merce movimentata.

Per maggiori informazioni, rimandiamo alle statistiche dell'autorità portuale.

-
credito immagine in alto

Tag: napoli - salerno