|
Porto di Napoli
19 ottobre 2018, Aggiornato alle 10,09
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Infrastrutture

Più organico e nuova gara bacini. Il piano 2017-2018 di Genova e Savona

L'Autorità di sistema approva bilancio di previsione. 35 assunzioni, nuova torre dei piloti, dragaggi ed elettrificazione banchine


35 nuove assunzioni, elettrificazione delle banchine (per attaccarci le navi), potenziamento di Voltri. E poi: nuova torre dei piloti (distrutta quattro anni fa), nuova gara per i bacini di carenaggio, dragaggi, progettazione della nuova diga foranea per la piattaforma di Vado, più una serie di altri interventi. Totale circa 150 milioni di euro tra quest'anno e l'anno prossimo. Il Comitato di gestione del sistema portuale di Genova, Savona e Vado Ligure ha approvato la variazione di bilancio di previsione 2017 e il bilancio di previsione 2018.

Nuovo sistema di valutazione del personale  
In neo assunti arriveranno entro il 2018, andando a sostituire anche 15 pensionamenti. La maggior parte andranno all'area tecnica «perché l'Autorità deve progettare e fare direzione lavori in maniera rapida ed efficiente sia per lo scalo di Genova che per quello di Savona», spiega il segretario generale dell'Autorità di sistema portuale del Mar Ligure occidentale, Marco Sanguineri. Ci sarà un nuovo sistema di valutazione interno del personale gestito da un soggetto esterno. 

Elettrificazione banchine
La fornitura di energia elettrica alle navi da terrà verrà installata a Genova-Prà, con previsione di incentivi per spingere gli armatori a provare il nuovo dispositivo, come «chi pagherà l'elettricità non pagherà la tassa di ormeggio», propone Sanguineri.

Nuova gara per bacini
Per quanto riguarda i bacini, l'Adsp conta di lanciare un nuovo bando entro l'anno. I numeri 1, 2 e 3 sono dedicati alla diportistica, 4 e 5 alle navi mercantili. Le linee guida prevedono l'obbligo per il gestore di mantenerne il servizio pubblico, ovvero almeno uno dei bacini per settore dovrà essere sempre lasciato a disposizione. L'operatore ha un uso in esclusiva massimo per 5 anni. La concessione dura 25 anni.

Voltri
Inoltre sono previsti interventi alla viabilità in sovrappasso dell'Aurelia a Vado Ligure. È stata confermata la conclusione dei lavori propedeutici alla realizzazione da parte di Rete Ferroviaria Italiana del secondo binario di raccordo tra parco interno ed esterno di Voltri. Elettrificazione, Aurelia e impianto ferroviario a Voltri sono stati valutati in circa 40 milioni, pari al 55 per cento in più di quanto pronosticato.

Vado
Altri 90 milioni di euro per realizzare la nuova torre dei piloti, per completare il riempimento tra i ponti di Canepa e Ronco, nonché per un primo lotto di dragaggi a Sampierdarena. 8 milioni serviranno per il polo petrolifero di Vado. 15 milioni per la progettazione della nuova diga del porto di Genova e 3 milioni per quella a corredo del terminal di Vado. Verranno ripristinati due capannoni nel bacino di Savona e nello scalo di Savona-Vado sono previsti interventi di viabilità urbana in vista della creazione della piattaforma contenitori.