|
Porto di Napoli
17 gennaio 2019, Aggiornato alle 14,03
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Infrastrutture

Palermo porto hub del Med, il progetto Eurispes

L'istituto ipotizza un investimento di 5 miliardi di euro e la creazione di circa 450 mila posti di lavoro


L'Eurispes ha presentato nella sede della Regione a Palermo il progetto da 5 miliardi di euro che punta a fare del capoluogo siciliano uno dei porti più importanti del Sud Europa, con la possibile creazione di circa 450 mila posti di lavoro nell'Isola.


L'ambizioso progetto prevede la riqualificazione della foce del fiume Oreto e della costa sud orientale della città, interessa il golfo di Palermo da Sant'Erasmo ad Acqua dei Corsari. Lungo un'area di tre chilometri è prevista la creazione di una piattaforma collegata con la costa all'altezza della Bandita che formerebbe con essa una baia larga circa 300 metri, destinata agli sport acquatici, con 200 posti per le imbarcazioni da diporto in transito.


Nell'area dovrebbero sorgere anche impianti sportivi all'aperto per dieci ettari, un parco urbano sul mare ed ampi spazi per il tempo libero, piste ciclabili e di running, punti ristoro e negozi. Il porto-canale progettato avrebbe nove chilometri di banchine (con profondità del fondale da -18,5 a -27 metri) e un piazzale di circa 200 ettari, un ingresso a nord-ovest e un uscita a sud-est e sarebbe direttamente collegato ad un retroporto di 100 ettari, dove realizzare anche un hotel, un residence, un parcheggio multipiani, mentre in un'area di 8 mila metri quadrati sarebbe destinata ad uffici.


Quest'opera potrebbe essere realizzata in tre anni, spiegano i progettisti di Eurispes, e farebbe di Palermo il porto più importante del Mediterraneo europeo in grado di movimentare 16 milioni di container all'anno contro i 5 milioni del porto di Valencia, i 3 milioni di quello di Gioia Tauro e i 2 milioni circa dei porti di Barcellona e Genova.