|
napoli 2
13 agosto 2020, Aggiornato alle 19,36
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Naviris rinnoverà i cacciatorpedinieri di Italia e Francia

Al via uno studio di fattibilità - che durerà soltanto un anno - per l'ammodernamento di mezza vita dei quattro incrociatori antiaerei

I firmatari dell'accordo

Naviris, l'alleanza navalmeccanica paritetica tra Fincantieri e la francese Naval Group, svilupperà uno studio di fattibilità per l'ammodernamento di mezza vita dei quattro cacciatorpedinieri classe Horizon, una coppia di fregate ciascuna delle marine di Francia e Italia. 

La firma per Naviris è arrivata oggi, con l'Organizzazione europea per la cooperazione in materia di armamenti-OCCAR. In totale sono sette i partner coinvolti, Fincantieri, Naval Group, Leonardo, Thales, Eurosam, MBDA e Sigen, permettendo di accelerare lo studio di fattibilità e chiuderlo entro un anno. Dopo quello di ricerca e sviluppo, firmato sempre con OCCAR a giugno, questo è il secondo contratto per Naviris da gennaio, quando ha iniziato a operare.

I cacciatorpedinieri sono Forbin (Francia), Andrea Doria (Italia), Chevalier Paul (Francia), Caio Duilio (Italia). Lo studio di fattibilità, che verrà sviluppato nei prossimi dodici mesi, rappresenterà la prima fase del progetto e si concentrerà principalmente sulla capacità di difesa anti-aerea (Anti-aircraft warfare), nello specifico: controllo dello spazio aereo, comando e controllo della difesa aerea e copertura antiaerea. Sono capaci di difendersi dai missili anti-nave e contribuiscono al controllo aereo e marittimo durante le operazioni militari, garantendo il comando e la gestione della difesa aerea per le forze alleate. Possono anche partecipare a missioni di pubblico servizio. Sono, in una parola, incrociatori antiaerei.

In un comunicato congiunto, Giuseppe Bono e Claude Centofanti, rispettivamente presidente e amministratore delegato di Naviris, si sono detti «orgogliosi per questo contratto e vogliamo ringraziare non solo OCCAR ma anche SegreDifesa e la Direzione Generale degli Armamenti francese per la stretta collaborazione italo-francese che ha permesso di arrivare a questo risultato in tempi ragionevolmente brevi, seppur in un periodo complesso per l'organizzazione del lavoro di gruppo. La forza dell'alleanza tra Fincantieri e Naval Group è stata rimarcata recentemente dai Ministri della Difesa dei nostri due Paesi e questo rappresenta per noi motivo di estrema soddisfazione».

Forbin, Andrea Doria, Chevalier Paul e Caio Duilio sono stati costruiti tra il 2000 e il 2010 (in una fase precedente era coinvolto anche il Regno Unito) per realizzare una coppia a testa per ciascun Paese di cacciatorpedinieri anti-aerei. 

Le principali caratteristiche dei quattro cacciatorpediniere Horizon
Lunghezza / larghezza totale:                       153 m / 20,3 m

Dislocamento / pieno carico: 6,500/7,300 tonnellate ;

Capienza: 210 (190 di equipaggio, 20 passeggeri);

Range: 7 mila nm a 18 nodi;

Velocità massima: 29 nodi.