|
napoli 2
01 ottobre 2020, Aggiornato alle 18,41
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Eventi

Napoli, pizza e danza al #molosanvincenzo

Il 19 maggio un evento per il pubblico sotto la statua di San Gennaro


Danza, musica, fotografia e cibo, ai piedi della statua di San Gennaro, sul molo San Vincenzo di Napoli. Il 19 maggio prossimo, dalle 17 alle 20, si terrà l'evento #molosanvincenzo nel porto di Napoli sull'antico molo borbonico. Un'iniziativa organizzata dagli studenti e docenti del corso di laurea in psicologia dell'Università Federico II. Un evento che rientra nel percorso iniziato nel 2015 con il gruppo "Friends of molo San Vincenzo", volto a restituire il molo alla città sia nella sua funzione portuale (yacht e crociere) sia come spazio pubblico aperto alla comunità urbana attraverso piccoli eventi, favorendo il dialogo e la collaborazione tra le istituzioni coinvolte. «Non stiamo parlando di un nuovo Lungomare. Le potenzialità, 'accessibilità e la gestione non sono paragonabili a uno spazio aperto al pubblico come quello di via Caracciolo. Ciò non toglie, dopo anni di abbandono del molo, che questo evento rappresenti un altro passo verso la fine delle "sperimentazioni" e l'inizio di eventi strutturati e periodici capaci di portare i cittadini, per qualche ora, su questo splendido luogo, in mezzo al mare con vista sul Vesuvio e la città», spiega Massimo Clemente, dirigente di ricerca CNR e tra i promotori dei Friends.
 
L'evento rientra nel "Maggio Napoletano", promosso e organizzato dall'Assessorato alla Qualità della Vita e alle Pari Opportunità con delega al Mare del Comune di Napoli. 
 
I "Pazzarielli" napoletani guideranno all'assaggio di prodotti tipici della tradizione napoletana (con Associazione Italiana Sommelier-AIS, Cantine Astroni, Enopanetteria "I Sapori della tradizione", Torrone "La Provenzale") e alla visione della mostra "Pollution, Restitution, Recreation" del "Sea Artist" Paolo Valerio. Il tutto sarà accompagnato da musica e spettacoli di danza live dell'Accademia napoletana di danza di Stefania Calabrese e il Gruppo musicale "Lavori in corso" di UOSM29, Asl Na1 Centro, partnership tecnica Azienda Napoletana Mobilità, Cheese e Poligrafica Stiglione.

Oltre che dal dipartimento di psicologia della Federico II, #molosanvincenzo vede la collaborazione di CNR-IRISS, Propeller Club di Napoli, Lega Navale, Aniai Campania e il sostegno di Marina militare, Comune di Napoli, Autorità di sistema portuale Tirreno centrale (Napoli, Salerno, Castellammare di Stabia).

#molosanvincenzo rappresenta anche la terza missione dell'Università Federico II e del CNR, il public engagement, un progetto di ricerca e analisi sul campo del Community psychology lab e degli urbanisti dell'IRISS. 

La partecipazione è gratuita ma è obbligatoria la prenotazione a causa della capienza limitata (friendsmolosanvincenzo@gmail.com). L'accesso avverrà esclusivamente tramite bus dell'ANM solo per i prenotati con partenza alle ore 17.

Si compie un ulteriore importante passo per riportare il molo più antico di Napoli nel corpo vivo della città.

Prenotazione  con indicazione della data di nascita e accesso con documento di riconoscimento obbligatori anche per giornalisti e operatori tv.