|
Porto di Napoli
17 gennaio 2019, Aggiornato alle 14,03
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Logistica

Mozambico, Rina certificherà il Coral South

Scoperto nel 2012 da Eni, è uno dei più grossi giacimenti di gas naturale liquefatto. Produzione al via nel 2021


Rina Services è stata scelta da Eni East Africa quale società di certificazione per la progettazione e la fabbricazione delle strutture e strumentazioni sottomarine di Coral South, la complessa unità galleggiante, la prima di questo tipo in Africa, per la liquefazione ed esportazione del floating liquefied natural gas (Flng).

Di questi tipi di strutture ne esistono solo due al mondo, esclusa questa in costruzione. Verrà installata nella zona sud dell'Area 4, al largo della costa del Mozambico, nelle profonde acque del bacino di Rovuma. Grazie alla dimensione del progetto, la qualità delle risorse e la sua posizione, si prevede che il Coral South darà una forte spinta all'economia del Mozambico.

Scoperto nel 2012 da Eni, il giacimento di gas naturale Coral contiene circa 450 miliardi di metri cubi (16 tcf) di gas, di cui la prima fase di sfruttamento mira a svilupparne circa 140 (5 tfc). L'inizio della produzione è programmato per il 2021.

L'unità Flng avrà una capacità di circa 3,4 milioni di tonnellate l'anno. Rina Services si occuperà della certificazione nelle fasi di progettazione e fabbricazione del riser, della condotta flessibile per il trasferimento del prodotto dal fondo del mare, degli ombelicali e del sistema di produzione sottomarino. Inoltre, avrà il compito di convalidare le tecnologie messe in campo da Eni per la prima volta. «L'Flng Coral South è la prima nel suo genere per la principale oil major italiana e richiederà nuove tecnologie. È fondamentale che proprio queste ultime siano validate da un soggetto competente in grado di assicurare che esse rispondano agli specifici criteri di prestazione e che, al contempo, siano sicure», afferma Rina in una nota.

Lo sviluppo dei quasi 2,400 miliardi di metri cubi (85 tcf) di gas nelle riserve del bacino di Rovuma avrà un impatto globale. La richiesta di risorse energetiche sostenibili è in aumento e il gas sta diventando la risorsa di riferimento nel guidare i paesi verso il rispetto degli impegni voluti dalle regolamentazioni "green".

Le competenze del Rina proverranno anche dal "Gas Center of Excellence" aperto a giugno dell'anno scorso ad Atene. «Racchiude il meglio della nostra competenza tecnica. I nostri 11 uffici in Africa sono la prova del fatto che percepiamo questo continente come un mercato importante per il futuro dell'Energy. Naturalmente, il Mozambico è un paese chiave, dove vogliamo crescere ancora, anche grazie ai rapporti sempre più forti che abbiamo con Eni», conclude Andrea Bombardi, CCO Energy & Infrastructure di Rina Services.