|
adsp napoli 1
26 novembre 2022, Aggiornato alle 18,56
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Eventi

Medblue 2022, Tunisi e Italia a confronto sull'economia del mare

Presenti Blue Italian Growth, Federazione del Mare, l'Istituto Nazionale di Oceanografia, WestMED, Office de la Marine Marchande et des Ports e l'autorità portuale di Rades


Il 29 e 30 settembre si è tenuta la conferenza Medblue 2022, nella sede del cluster marittimo tunisino presso La Goulette, nel bacino del porto di Tunisi. L'incontro ha rappresentato l'occasione per riunire i principali attori italiani e tunisini attivi nell'economia del mare al fine di discutere di azioni concrete da intraprendere per rafforzare la cooperazione tra riva nord e riva sud del Mediterraneo.

Per il sistema italiano hanno presenziato il cluster tecnologico nazionale "Blue Italian Growth", la Federazione del Mare, l'Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, con l'assistenza della WestMED Clusters Alliance; mentre per il lato tunisino hanno presenziato il cluster marittimo tunisino, l'Office de la Marine Marchande et des Ports e l'autorità portuale di Rades.

Le attività sono state svolte alla presenza dell'ambasciata italiana e tunisina, della direzione generale del ministero degli Esteri tunisino e della sindaca di Tunisi, Souad Abderrahim, i quali «hanno dato un importante supporto, cruciale per il successo dell'iniziativa», si legge in una nota delle Fedeazione del mare.

Il partenariato tra i clusters marittimi nazionali italiani e tunisino - continua la nota - è di importanza strategica per l'intero processo di cooperazione tra gli ecosistemi marittimi del Mediterraneo settentrionale e meridionale, anche nell'ottica di fornire supporto per la creazione di nuovi cluster marittimi nazionali in paesi del Maghreb, quali Algeria, Libia, Marocco, Mauritania, nonché per la creazione di un cluster marittimo magrebino.

Tag: economia