|
napoli 2
06 dicembre 2021, Aggiornato alle 20,55
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture - Personaggi

Massimo Cugusi nominato amministratore unico di Cagliari Free Zone

L'assemblea dei soci della società consortile per azioni è composta da AdSP Mare di Sardegna e Consorzio per l'area Industriale Provinciale di Cagliari


Massimo Cugusi è il nuovo amministratore unico di Cagliari Free Zone. È quanto deliberato dall'assemblea dei soci della società consortile per azioni (Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna e Consorzio per l'area Industriale Provinciale di Cagliari). Cinquantasette anni, laurea in giurisprudenza, consulente senior con solida esperienza internazionale di business development e rapporti istituzionali, Cugusi subentra all'uscente Gianni Corona che ha concluso il suo mandato triennale. 

Periodo di transizione nel corso del quale è stata disposta una profonda riorganizzazione della società. Passaggio necessario per dare corpo alla tanto attesa operatività della Zona franca doganale, dopo l'intervento di prima perimetrazione di sei ettari, ed in previsione di un rilancio dei traffici del Porto Canale. Sfida per la quale è stato scelto, non a caso, un esperto di internazionalizzazione delle imprese, sviluppo del business, relazioni istituzionali e di marketing territoriale. 

"Ringraziamo il dottor Gianni Corona per il particolare e proficuo impegno profuso nella riorganizzazione della Cagliari Free Zone, dopo un lungo periodo di stallo - spiegano Massimo Deiana, presidente dell'AdSP del Mare di Sardegna e Salvatore Mattana, presidente del CACIP - Una fase fondamentale e necessaria alla quale seguirà una svolta operativa che affidiamo a Massimo Cugusi, professionista di alto livello e con una consolidata esperienza a livello internazionale, il quale, siamo certi, saprà fornire un contributo decisivo alla tanto attesa e perseguita piena operatività della Free Zone, con la redazione di un piano industriale di ampio respiro in grado di sostenere l'auspicato rilancio del comparto portuale e industriale cagliaritano".