|
napoli 2
12 dicembre 2019, Aggiornato alle 11,29
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Armatori

Maersk, crescono i ricavi nel primo trimestre grazie ai servizi terminalistici

Segno positivo (contenuto) anche per il trasporto marittimo dei container

(Vladimir Serebryanskiy-MarineTraffic.com)

Sono stati soprattutto i servizi terminalistici ad aver trainato la crescita annunciata dal gruppo armatoriale danese A.P. Møller-Mærsk nel primo trimestre del 2019. Se i ricavi complessivi, infatti, hanno raggiunto i 9,54 miliardi di dollari, con un incremento del 2,5% sul 2018, lo si deve principalmente al segmento dei servizi terminalistici e di rimorchio, che attestandosi quasi al miliardo di dollari (991) hanno guadagnato l'8,8% rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno. Bene comunque anche il trasporto marittimo dei container (6,39 miliardi e +1,7%), mentre sono stabili i servizi logistici (-0,5%).

Nel periodo gennaio-marzo del 2019 l'EBITDA di gruppo è risultato pari a 1,24 miliardi di dollari (+32,8%), con un apporto dal settore del trasporto marittimo containerizzato di 927 milioni (+42,2%), dal settore dei terminal e del rimorchio di 267 milioni (+9,4%), dal settore logistico di 51 milioni (+13,3%) e dagli altri segmenti d'attività di 21 milioni (-56,2%). L'EBIT di gruppo è di 230 milioni di dollari rispetto a sette milioni di dollari nel primo trimestre del 2018. Møller-Mærsk ha chiuso i primi tre mesi del 2019 con una perdita netta di 656 milioni di dollari rispetto ad un utile netto di 2,67 miliardi di dollari nello stesso periodo dello scorso anno.
 

Tag: bilanci