|
napoli 2
29 settembre 2020, Aggiornato alle 14,57
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Maersk assorbirà Safmarine e Damco

Da ottobre, gradualmente entro l'anno, i due storici marchi del gruppo armatoriale danese cesseranno di esistere

(Maersk)

Entro la fine dell'anno i marchi Safmarine e Damco verranno assorbiti in Maersk e cesseranno di esistere. Lo rende noto il primo gruppo armatoriale danese A.P. Moller Maersk, annunciando «un passo significativo verso un'offerta più fluida lungo la catena di fornitura».

Una semplificazione societaria che entrerà in vigore gradualmente a partire dal primo ottobre. L'armatore ci ha tenuto a precisare che l'operazione di assorbimento non inficia sulla continuità dei servizi offerti da entrambe le società. Si tratterebbe, in altre parole, di un'operazione di accorpamento per ridurre i costi di gestione.

«Le esigenze dei clienti sono in evoluzione. La catena logistica vede crescere la domanda di più modalità di trasporto. Per soddisfare queste esigenze stiamo avvicinando ancora di più le competenze e le capacità della nostra azienda. Fare questi passi è la chiave per accelerare la nostra trasformazione», afferma Vincent Clerc, CEO del reparto Ocean & Logistics di A.P. Moller, che ha parlato anche di una «maggiore scalabilità dei servizi».

Acquisita da Maersk nel 1999, Safmarine è un'antica compagnia marittima di trasporto container di Cape Town, in Sud Africa, fondata nel 1946. Damco, invece, è uno spedizioniere oceanico e aereo. Entrambi, nel giro di qualche mese, non verranno più commercializzati. «I nostri colleghi di Damco hanno realizzato uno sforzo notevole in condizioni di mercato difficili, con disciplina e competenza. Ora saranno una risorsa importante per i nostri clienti», conclude Clerc.

Maersk ha infine specificato che Hamburg Sud e Alianca, altri due vettori marittimi, rimarranno marchi indipendenti con i loro servizi differenziati.

Tag: maersk