|
napoli 2
02 dicembre 2021, Aggiornato alle 13,27
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Livorno, Grimaldi battezza Eco Livorno

Cerimonia nello scalo labronico con il management della compagnia, il sindaco della città e il senatore Salvini

Emanuele Grimaldi, amministratore delegato del Gruppo Grimaldi

Ha avuto luogo questa mattina, presso il porto di Livorno, il battesimo della Eco Livorno, terza unità ro-ro ibrida di quinta generazione del Gruppo Grimaldi (GG5G). La breve cerimonia si è tenuta in occasione dello scalo inaugurale nel porto labronico della nave, appena giunta dai cantieri cinesi Jinling di Nanchino.

Domani, al termine delle operazioni commerciali, Eco Livorno partirà dal porto labronico per iniziare a servire regolarmente il collegamento ro-ro Livorno–Savona–Barcellona–Valencia.

Eco Livorno è una grande ro-ro dalla capacità di trasporto di oltre 500 semi-rimorchi. Rispetto alla precedente generazione dimezza le emissioni di anidride carbonica, con la possibilità di azzerarle durante la sosta in porto tramite l'utilizzo di grandi batterie al litio dalla potenza totale di 5MWh, che si ricaricano durante la navigazione grazie a shaft generator e a 350 metri quadri di pannelli solari. Inoltre, questa classe è dotata di motori di ultima generazione controllati elettronicamente e di un impianto di depurazione dei gas di scarico per l'abbattimento delle emissioni di zolfo e particolato.

«L'impiego nello scalo labronico delle prime tre gemelle della classe GG5G, tra cui la Eco Livorno, è la dimostrazione dell'importanza che il nostro gruppo attribuisce a tale porto, dove siamo presenti da oltre quarant'anni durante i quali siamo riusciti a sviluppare ed incrementare in modo esponenziale i traffici di merci rotabili e passeggeri», commenta Emanuele Grimaldi. «Con l'Accordo di Parigi sui cambiamenti climatici, gli armatori di tutto il mondo si sono proposti di ridurre della metà le emissioni delle navi entro il 2050; con l'investimento in queste nuove navi, il nostro Gruppo raggiunge questo obiettivo trent'anni prima degli altri».

All'evento hanno partecipato, tra gli altri, rappresentanti delle autorità locali e della comunità portuale di Livorno, il top management del Gruppo Grimaldi ed alcuni clienti storici della compagnia partenopea. La cerimonia è stata introdotta dai saluti di Luca Salvetti, sindaco di Livorno; Stefano Corsini, presidente dell'Autorità di sistema portuale del Tirreno Settentrionale; Gaetano Angora, direttore marittimo del porto di Livorno; Matteo Salvini, leader della Lega, e Emanuele Grimaldi, amministratore delegato del Gruppo Grimaldi.

Dopo la benedizione di monsignore Placido Bevinetto della diocesi di Livorno. La cerimonia si è conclusa con il taglio del nastro e la tradizionale rottura della bottiglia da parte della madrina Nicoletta Landi, moglie del sindaco Salvetti.

Tag: livorno - grimaldi