|
napoli 2
10 luglio 2020, Aggiornato alle 21,29
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori - Infrastrutture

La Spezia, trasporto eccezionale al Terminal del Golfo Tarros

Lo spostamento del magnete superconduttivo è stato curato da Master Projects and Logistics, società del gruppo ligure


Sono stati oltre venti gli uomini impiegati, cinque le aziende coinvolte, due carrelli SPMT e venti mezzi di assistenza uniti a due gru di ultima generazione che hanno simultaneamente alzato e poi posizionato in stiva il prezioso carico: sono i numeri di un trasporto eccezionale portato a termine nel porto di La Spezia. Alla presenza della presidente dell'Autorità di Sistema Portuale, Carla Roncallo, e del presidente del gruppo Tarros, Alberto Musso, è stato imbarcato il magnete superconduttivo (TF COIL) prodotto da ASG Superconductors, società della Famiglia Malacalza, nello stabilimento della Spezia e destinato alla realizzazione della futura centrale a fusione nucleare che è in corso di costruzione in Francia.

Master Projects and Logistics, società del gruppo Tarros, ha gestito le operazioni di trasporto nella notte e successivamente curato l'imbarco presso il Terminal del Golfo. L'operazione è stata curata da Master Project and Logistics, da CMS e dal Terminal del Golfo, tutte società del Gruppo Tarros. "Si tratta di una operazione complessa - ha spiegato Musso – visto la tipologia e il valore del materiale trasportato. Siamo molto contenti che ASG Superconductors ci abbia affidato questo carico così prezioso: tutto ciò dimostra il livello di competenza raggiunto dalle nostre persone, ma soprattutto come la sinergia tra diverse aziende del nostro Gruppo sia il valore aggiunto che oggi Tarros può offrire al mercato". Per Roncallo si tratta "di un'attività altamente specializzata e di nicchia, ma davvero preziosa per il nostro porto, egregiamente svolta da un operatore come Tarros, che rappresenta una eccellenza in questo settore di cui siamo orgogliosi".
 

Tag: porti - tarros