|
napoli 2
16 ottobre 2019, Aggiornato alle 16,33
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Logistica

La Spezia punta sulla robotica subacquea

Il Centro di ricerca Nato (Cmre) e la Fondazione Promostudi svilupperanno insieme progetti di automazione e sistemi sottomarini all'avanguardia


 Il 13 marzo l'Ammiraglio in congedo Hank Ort, direttore del Centro Nato per la Ricerca Marittima e la Sperimentazione (Cmre), e Dino Nascetti, presidente della Fondazione Promostudi, hanno siglato alla Spezia un accordo triennale che prevede la collaborazioni in attività di innovazione e ricerca marittima con finalità didattiche e scientifiche, in ambito nazionale e internazionale. In particolare saranno sviluppate opportunità di cooperazione in tematiche di comune interesse nella robotica, nell'acustica subacquea, nei sistemi sottomarini, e più in generale nella sistemistica e nelle Ict (tecnologie dell'informazione e comunicazione). "I benefici per entrambi i nostri enti saranno molteplici - ha spiegato l'Ammiraglio Ort - a partire dal libero scambio di competenze e conoscenze tra i nostri ricercatori. La condivisione del sapere è d'altronde indispensabile per il mantenimento di alti standard accademici, e per lo sviluppo di quelle nuove tecnologie necessarie ad affrontare le sfide del mondo attuale". Promostudi, costituito nel 2002, è un istituto specializzato nel settore dell'ingegneria nautica, il design navale e nautico e l'ingegneria meccanica, e rappresenta, di fatto, un distaccamento della Scuola Politecnica dell'Università degli Studi di Genova.

Nell'immagine, un'illustrazione di Dave Warren ispirata al sottomarino Nautilus del romanzo "Ventimila leghe sotto i mari" di Jules Verne