|
adsp napoli 1
24 giugno 2024, Aggiornato alle 19,40
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Infrastrutture

La Spezia progetta un nuovo polo nautico

È stato presentato da otto aziende del settore col patrocinio di Comune e Adsp. Sorgerà nell'area ex Fusione Tritolo di Pagliari-Fossamastra e vedrà anche la costruzione di un porto secco

Un render di progetto dell'area Pagliari-Fossamastra dove verrà realizzato il distretto nautico

Un distretto della nautica da 60 mila metri quadri, da realizzare a La Spezia, nel compendio immobiliare ex Fusione Tritolo di Pagliari-Fossamastra. È il progetto presentato nei giorni scorsi al palazzo civico di La Spezia dal presidente del Consorzio Sinergie Nautiche Levante Ligure, Giovanni Battagli, che ha stilato il progetto, insieme al sindaco della città, Pierluigi Peracchini, al presidente dell'Autorità di sistema portuale della Liguria Orientale, Mario Sommariva, e alla coordinatrice provinciale di Cna La Spezia, Giuliana Vatteroni.

Il consorzio è composto da otto aziende specializzate nel refitting e nella riparazione nautica e prevede, in un'area già in concessione al consorzio, il recupero di un fabbricato da 2,268 metri quadri di estensione complessiva che si trova sotto il viadotto per Lerici. All'immobile vengono affiancati tre capannoni, due da circa 1,500 metri quadri e uno da 3 mila. 

Per parte sua, l'Autorità di sistema portuale avrà a disposizione uno spazio di 8,200 metri quadri dove costruire un porto secco per i concessionari delle marine di Canaletto e Fossamastra presenti sul molo Paglari, più altri interventi accessori per un costo totale di oltre 2 milioni di euro.

«Finalmente apriamo le porte al distretto della nautica di Pagliari, un polo logistico destinato alla nautica da diporto, capace di offrire servizi e risposte adeguate a un settore in costante espansione nella nostra città. Il distretto completerà il miglio blu, rendendo La Spezia sempre più la capitale mondiale della nautica», ha commentato Peracchini.