|
napoli 2
28 settembre 2020, Aggiornato alle 18,18
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Eventi

La Mehari di Giancarlo Siani a Capodichino

L'auto del giornalista ucciso dalla camorra nel 1985 è di ritorno da Roma e, tra pochi giorni, ripartirà alla volta dell'Emilia


Dopo il significativo viaggio istituzionale, che da Napoli l'ha portata fino alla Camera dei Deputati, al Senato della Repubblica e al Parlamento Europeo, oggi la Mehari di Giancarlo Siani è all'aeroporto di Capodichino, pronta per ripartire, tra pochi giorni, alla volta dell'Emilia Romagna e certificare il rinnovato impegno della Regione Campania, attraverso la Fondazione Polis, sui temi dell'aiuto alle vittime innocenti della criminalità e della libertà di stampa.

"L'installazione realizzata all'aeroporto vuole indurre tutti i passeggeri a fermarsi e a riflettere sulle istanze di cui la Mehari, simbolo di giustizia e legalità, è portatrice: innanzitutto, una tutela più efficace dei familiari di tutte le vittime della violenza criminale, senza distinzioni di sorta; in secondo luogo, una vicinanza concreta ai tanti giornalisti che svolgono con passione la loro professione, soprattutto a coloro che sono sottoposti a intimidazioni di varia natura", evidenzia l'assessore regionale alle Politiche Sociali Lucia Fortini.