|
napoli 2
20 novembre 2019, Aggiornato alle 16,04
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Armatori

La Finlandia frena, ma Finnlines (di poco) cresce

Nei primi nove mesi del 2019 la compagnia del gruppo Grimaldi ha registrato entrate pari a 450 milioni di euro


Nonostante il rallentamento della crescita economica finlandese, le entrate di Finnlines nei primi nove mei del 2019 sono state pari a 450,8 milioni di euro, segnando quindi un leggero aumento rispetto all'anno precedente (447,9). Gli utili prima di interessi, imposte, ammortamenti, EBITDA della società armatoriale del gruppo Grimaldi sono stati pari a 136,8 milioni di euro (129 nel 2018). Il risultato per il periodo in esame è stato di 81,8 milioni di euro nel periodo gennaio-settembre 2019, rispetto ai 75,3 milioni di euro nel corrispondente periodo del 2018. 

Il bilancio di Emanuele Grimaldi
"Siamo ancora sulla buona strada per raggiungere un altro risultato eccellente", dichiara Emanuele Grimaldi, presidente e Ceo di Finnlines. "La riduzione del consumo di carburante e la riduzione delle emissioni nocive sono stati per lungo tempo uno degli elementi chiave della strategia del nostro gruppo. Ciò richiede una grande quantità di investimenti, che abbiamo effettuato negli anni passati. La tecnologia è una soluzione importante ma non l'unica. Oltre a investire in tecnologia, sono necessarie varie altre azioni, ad es. in tecnologia ed energia verde - ma anche azioni quotidiane come cambi di flotta e ottimizzazione delle rotte, monitoraggio del carburante e miglioramento della propulsione e investimenti di allungamento delle navi. Tutte queste azioni e investimenti, per un valore di circa 200 milioni di euro, che sono stati completati, miravano a migliorare l'efficienza energetica e quindi a ridurre le emissioni. I risultati sono stati distintivi e tutto quanto sopra ha contribuito a ridurre le emissioni di CO2, SOx e NOx".

"Abbiamo – spiega ancora Emanuele Grimaldi – una filosofia integrata all'interno del gruppo Grimaldi per ottimizzare sistematicamente le nostre operazioni quotidiane, migliorare l'uso della nostra flotta e il ritorno sul capitale impiegato e, soprattutto, investire in tecnologia verde, già molto tempo prima e, anche, oltre le linee guida normative. I nostri ingegneri, con una lunga esperienza, hanno analizzato i modi e la tecnologia e hanno richiesto misure su come risparmiare carburante e quindi ridurre le emissioni complessive. Al momento, Finnlines ha in corso due importanti programmi di nuova costruzione in cui i nostri ingegneri hanno contribuito a rendere queste navi ammiraglie, sia in termini di dimensioni che di tecnologia. Abbiamo ordinato tre navi ro-ro ultra pulite, progettate per produrre emissioni zero in porto e mirate a spingere oltre i punteggi verdi del ro-ro nel Baltico. Inoltre, stiamo ordinando due navi Superstar ro-pax, che saranno le unità migliori e più rispettose dell'ambiente nella loro categoria: metà consumo e doppia capacità, nonché altre caratteristiche ecologiche. Circa il 90% delle esportazioni finlandesi e l'80% delle importazioni sono trasportate via mare e pertanto vale la pena sottolineare che le nostre navi ro-pax offrono ai clienti - sia ai clienti aziendali che ai passeggeri - un servizio di linea molto sostenibile, dal momento che il nostro le navi pax combinano il traffico merci e passeggeri in modo eco-efficiente e i nostri alti tassi di utilizzo in quelle rotte ro-pax garantiscono loro la possibilità di trasportare le loro merci o viaggiare in modo sostenibile e responsabile".

"Per continuare a navigare davanti alle onde – sottolinea il presidente e Ceo della compagnia - Finnlines ha la giusta strategia. In primo luogo, stiamo investendo in navi più grandi e rispettose dell'ambiente, fornendo così ai nostri clienti le navi più moderne per crescere insieme a noi. In secondo luogo, siamo sulla buona strada della nostra performance finanziaria e il gruppo Finnlines è una società solida con un rapporto azionario del 56,0% e con un indebitamento netto nei confronti dell'EBITDA a 2,4. In terzo luogo, continuiamo a investire nello sviluppo sostenibile con le nostre navi di ‘prossima generazione'. Vale la pena ricordare – conclude Emanuele Grimaldi – che il programma di investimenti da 500 milioni di euro di Finnlines deve essere tra gli investimenti più consistenti di una società finlandese pubblicata di recente".
 

Tag: grimaldi - bilanci