|
adsp napoli 1
21 febbraio 2024, Aggiornato alle 16,11
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Personaggi

Ivano Russo lascia Ram. "Mi aspettano nuove sfide"

Ad appena un anno dall'incarico, rassegnate le dimissioni dalla in house governativa che promuove le autostrade del mare


Notizia anticipata da ShipMag qualche giorno fa, Ivano Russo lascia ufficialmente la carica di amministratore unico di Rete Autostrade Mediterranee (RAM), la in house del ministero delle Infrastrutture, con capitale gestito dal ministero dell'Economia, che promuove l'utilizzo del cabotaggio marittimo in Italia, detto anche dagli addetti del settore "autostrade del mare".

Russo è stato nominato dal governo amministratore unico di Ram appena un anno fa, a luglio 2022. Le ragioni dietro le dimissioni non sono state rese note. In linea generale, è probabile che Russo abbia dato le dimissioni per divergenze tra la linea governativa e quella che avrebbe voluto imprimere al suo ufficio. Voci non confermate, anzi smentite dall'interessato, lo vorrebbero in trattative per andare a lavorare per il gruppo Msc.

«Per me è tempo di nuove sfide professionali, in contesti nuovi», scrive Russo in una nota. «Il bilancio di Ram approvato lo scorso 4 luglio – continua Russo - evidenzia il profilo di un'azienda in salute, dal punto di vista patrimoniale e per gli indicatori legati a liquidità e fatturato, il più alto degli ultimi 5 anni. Nel merito dei progetti sono particolarmente soddisfatto del lavoro fatto per dare attuazione alla M3C2 del Pnrr partendo dal recepimento del Regolamento CE 1056/2020 (e-FTI): la nuova Pln (Piattaforma logistica nazionale, ndr) è stata messa in sicurezza dal punto di vista della conduzione, le è stata delineata una funzione strategica moderna e in rete con tutti gli altri ‘nodi' generatori di dati, siano essi pubbliche autorità o gestori delle infrastrutture. Un grande ringraziamento va in conclusione al nostro Direttore, a tutto il personale, agli stakeholders istituzionali e alle associazioni di categoria che continuano a collaborare a questo grande sforzo».

«Ringraziamo Ivano Russo per l'impegno e la professionalità dimostrata. Confido che il rapporto instaurato si possa rinnovare in occasione di potenziali future collaborazioni», commenta il viceministro alle Infrastrutture, Edoardo Rixi, «nei prossimi mesi andremo a individuare una nuova governance dell'azienda. Il futuro di Ram è solido, anche grazie al lavoro di un team preparato che affronterà al meglio le sfide che ci attendono».

Ivano Russo ha lavorato al Parlamento Europeo, alla presidenza del Consiglio dei ministri nel governo Renzi, al ministero per l'Innovazione della Pubblica Amministrazione, al Ministero per la Coesione Territoriale e al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Tag: nomine