|
napoli 2
08 maggio 2021, Aggiornato alle 15,13
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Cultura - Eventi

Imbarcare il pubblico di Sanremo, Amadeus: "Non è facile ma si può fare"

Intervistato alla radio, il conduttore spiega come stanno lavorando all'idea. Una nave Costa per ospitare 500 persone da trasportare in piccoli bus tra il teatro e il porto. Tamponi giornalieri e quarantena


Prende sempre più corpo l'ipotesi di creare una platea "bolla" attraverso una nave da crociera su cui imbarcare (e mantenere isolati per tutta la settimana) il pubblico di Sanremo. Che a questa possibilità gli organizzatori del festival ci stiano «seriamente lavorando» lo ha confermato oggi alla radio RTL 102.5 il presentatore dell'edizione di quest'anno, Amadeus.

«L'idea – spiega - è di creare una bolla. Permettere al pubblico di Sanremo, quantomeno alla platea, cinquecento persone, di poter essere presenti al Teatro Ariston. Per rendere possibile tutto questo le persone dovranno essere protette, sempre le stesse e non avere contatti con nessuno. Magari qualcuna di queste avrà anche ricevuto il vaccino. Verranno fatti tamponi giornalieri e il pubblico verrà trasportato tra la nave e il teatro attraverso piccoli pulmini di circa venti persone, così da individuare facilmente eventuali catene di contagio. Non è una cosa facile da fare ma si può fare».

La proposta è stata avanzata da Costa Crociere alla fine dell'anno scorso e sarebbe un'organizzazione del tutto inusuale che rispecchia il particolare periodo che stiamo vivendo. «Ci sono curiosi da ogni parte del mondo – conclude Amadeus – ho saputo che dall'America vorrebbero fare dei servizi sulla nave al largo di Sanremo, una cosa che non è mai accaduta».