|
napoli 2
25 settembre 2020, Aggiornato alle 17,23
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Il Ponte Genova San Giorgio apre il 5 agosto

Lungo oltre un chilometro, 18 antenne luminose riproducono gli alberi di una nave. Quattro robot si occuperanno della pulizia. Costo: 202 milioni. La cerimonia di inaugurazione con Mattarella

Il Ponte Genova San Giorgio di giorno

Aggiornamento: il video della cerimonia di inaugurazione del Ponte Genova San Giorgio

Il nuovo Ponte Genova San Giorgio è stato inaugurato oggi pomeriggio. Viadotto sul fiume Polcevera, sostituisce il Ponte Morandi, crollato parzialmente il 14 agosto 2018 causando la morte di 43 persone. È stato progettato da Renzo Piano e sarà aperto al traffico mercoledì prossimo, 5 agosto.

È lungo 1,067 metri e ha 19 campate a 40 metri di altezza sorrette da 18 piloni. È costato 202 milioni di euro, utilizzando 67 mila metri cubi di calcestruzzo e 24 mila tonnellate di acciaio. Il fabbisogno energetico del ponte sarà al 95 per cento alimentato da due file di pannelli solari sui lati Nord e Sud. 2,450 metri di pannelli trasparenti frangivento fanno anche da separatore di carreggiata. Esteticamente, 18 antenne luminose alte 28 metri rappresenteranno gli alberi di un vascello, l'aspetto a cui è ispirato il Ponte Genova San Giorgio, a cui si aggiungono oltre mille plafoniere sui lati esterni dell'impalcato. Quattro robot si occuperanno della pulizia e del monitoraggio della struttura.

La demolizione del vecchio ponte è iniziata a febbraio 2019 e alla progettazione e ricostruzione ha partecipato anche Fincantieri Infrastructure, la divisione edile del gruppo navalmeccanico. È una delle grandi opere italiane ricostruita nel minor tempo.