|
Porto di Napoli
17 gennaio 2019, Aggiornato alle 14,03
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Il 65% delle navi demolite nel sudest asiatico. I dati di Shipbreaking

La rete ambientalista segnala che la Grecia è il paese che smantella più unità sulle spiagge di Bangladesh, India e Pakistan 


Secondo i nuovi dati diffusi dalla ong ambientalista Shipbreaking Platform, nel 2017 sono state vendute 835 navi commerciali oceaniche di grandi dimensioni ai cantieri di demolizione. 543 di queste (il 65%) sono state smantellate a mano sulle spiagge di Bangladesh, India e Pakistan: pari all'80,3% di tutta la stazza demolita a livello globale.

 

Le conseguenze negative dello smantellamento delle navi sono reali e sentite da molti. Da un lato, i lavoratori - spesso sfruttati come migranti e alcuni di loro bambini - perdono la vita, soffrono di ferite causate da incendi, cadute di lamiere d'acciaio e condizioni di lavoro generali non sicure, nonché da malattie professionali dovute all'esposizione a fumi tossici e materiali. D'altra parte, gli ecosistemi costieri e le comunità locali che dipendono da loro sono devastati da fuoriuscite tossiche e vari inquinanti che fuoriescono nell'ambiente a causa della rottura delle navi sulle spiagge.

 

Nonostante il terribile incidente che ha sconvolto la comunità internazionale di demolizione di navi nel 2016, nessuna lezione è stata appresa in Pakistan. Nel 2017 almeno 10 lavoratori hanno perso la vita nei cantieri navali sulla spiaggia di Gadani. La piattaforma ha documentato 15 morti nei cantieri bengalesi l'anno scorso, dove anche altri 22 lavoratori sono rimasti gravemente feriti. Mentre alle ONG internazionali e locali è stato ripetutamente negato l'accesso ai cantieri navali indiani, nel 2017 Shipbreaking Platform è stata informata di almeno otto incidenti mortali ad Alang.

 

In cima alla Black List

 

Come nel 2016, Germania e Grecia sono in cima alla lista dei paesi demolitori nel 2017. I proprietari tedeschi, comprese banche e fondi di navi, hanno portato sulle spiagge 50 navi su un totale di 53 vendute per la demolizione. I proprietari greci hanno venduto nel 2017 il più alto numero di navi (51) ai cantieri dell'Asia meridionale.