|
napoli 2
28 febbraio 2020, Aggiornato alle 15,45
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

speciale1
Armatori

Il 2019 di Royal Caribbean è il migliore di sempre

L'utile netto ha sfiorato i 2 miliardi di dollari. Passeggeri in crescita del 7 per cento. Pesa il Coronavirus ma per la compagnia l'emergenza non durerà a lungo


Ricavi pari a 10,9 miliardi di dollari (+15%). Biglietti venduti per 7,8 miliardi (+15%), esclusi quelli a bordo, pari a 3 miliardi (+14%). Ma è l'utile netto ad essere senza precedenti: 1,9 miliardi, il 5 per cento in più.

I passeggeri sono cresciuti del 7 per cento, ospitati a bordo, oltre che delle navi Royal, sulle unità della flotta Celebrity Cruises, Azamara Cruises e Silversea Cruises.

L'anno appena passato di Royal Caribbean è stato il migliore di sempre. Pesa il forte ridimensionamento dei flussi merci e passeggeri tra Cina e resto del mondo dovuto alle varie quarantene del Coronavirus. Comunque sia, i risultati economici della principale compagnia crocieristica statunitense sono sintomatici dello stato di salute di questo settore, entrato in una nuova fase da qualche anno, caratterizzata da navi più ecologiche, un po' più grandi e sempre più diffuse anche in Asia.

Al momento sono otto le crociere cancellate in partenza dalla Cina e sono stati modificati diversi itinerari. «È chiaro che nel breve termine il Coronavirus avrà un impatto sui ricavi in Cina; tuttavia noi conduciamo un'attività a lungo termine e i nostri piani di continua crescita in questo redditizio mercato rimangono invariati», spiega il vicepresidente esecutivo e direttore finanziario di Royal Caribbean Cruises, Jason Liberty.

E il 2020 non sarà da meno, anzi, dovrebbe vedere un'ulteriore espansione. Le prenotazioni estive, già in questo primo mese dell'anno (il periodo in cui ci si organizza per le vacanze di questo tipo) sono notevolmente aumentate, fa sapere la compagnia.