|
Porto di Napoli
19 dicembre 2018, Aggiornato alle 12,49
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Armatori

Grimaldi inaugura Civitavecchia-Olbia-Cagliari

Dall'11 novembre linea stagionale trisettimanale dedicata alle merci. Deiana: "Qui la competizione è a saldo positivo"


Da domenica 11 novembre, a un mese esatto dall'attivazione della nuova linea Porto Torres-Genova, Grimaldi lancia un'altra linea merci verso la penisola, la Civitavecchia-Olbia-Cagliari. «Un'ulteriore buona notizia per il sistema portuale sardo, la dimostrazione che i nostri scali sono al centro delle strategie commerciali dei più importanti gruppi armatoriali italiani», commenta Massimo Deiana, presidente dell'Autorità di sistema portuale della Sardegna. La conferma, continua, «della vivacità del trasporto marittimo da e per l'isola. Un concreto incremento dei volumi di traffico che potrà stimolare nuove iniziative imprenditoriali locali nonché un contributo ad un trasporto sostenibile che offre una valida alternativa al traffico stradale interno».

La linea, oltre a potenziare il network dell'armatore, servirà a spostare i mezzi pesanti sulle strade sarde. Si prevede, infatti, una linea stabile tra Olbia e Cagliari. Nel dettaglio, il nuovo servizio avrà cadenza trisettimanale: partenze, dal porto laziale verso i due sardi, il lunedì, mercoledì e venerdì; tra il nord ed il sud dell'isola il martedì, giovedì e sabato. Si pone come offerta aggiuntiva sulla giornaliera passeggeri/merci verso Olbia operata da Moby-Tirrenia (alla quale si aggiunge la stagionale di Grimaldi); a quella, quotidiana, su Cagliari (sempre del gruppo Onorato), e al collegamento giornaliero tra Civitavecchia, Porto Torres e Barcellona con le cruise ferry Grimaldi.  Come spiega Deiana, «la nuova linea, che avrà una durata annuale, conferma la possibilità di avvicinare i due scali di Olbia e Cagliari con un collegamento che possa contribuire a ridurre la congestione di mezzi pesanti sulle nostre arterie stradali e ad avvicinare due realtà fortemente legate per vocazione e vivacità nel sistema del trasporto marittimo». «Assistiamo – conclude Deiana - a delle dinamiche commerciali che puntano ad una capacità di offerta a saldo positivo. Il nostro impegno sarà far si che questa stagione non abbia battute di arresto, proseguendo nel dialogo con gli armatori che, ricordiamolo, in questo settore operano in una logica di confronto competitivo».