|
napoli
22 febbraio 2019, Aggiornato alle 16,38
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat
Armatori

Grimaldi assumerà 500 marittimi italiani

Nei prossimi anni in flotta entreranno almeno una ventina di navi. L'armatore napoletano avrà bisogno di uomini di coperta, macchine e hotel


Grimaldi ha avviato un processodi selezione per assumere 500 nuovi marittimi italiani da impiegare sulle nuove unità in costruzione.

I profili professionali richiesti per le navi in arrivo in flotta riguardano le sezioni di coperta (comandante, 1° ufficiale, allievo ufficiale, ufficiale di navigazione, nostromo, marinaio, carpentieri, mozzo), macchina (direttore, 1° macchina, ufficiali, allievo ufficiale, operaio motorista, operaio meccanico, ottonaio, giovanotto macchina, elettricista) ed hotel (commissario di bordo, cuoco, cuoco equipaggio, piccolo e garzone cucina, piccolo e garzone di camera, cameriere, 1° cameriere).

Le navi dove saranno imbarcati
Le nuove unità, tra prese in consegna, ordinate e acquistate, sono una ventina. Nelle scorse settimane, il gruppo armatoriale napoletano ha preso in consegna Grande Baltimora, prima di un ordine di 10 pure car & truck carrier che verranno consegnati entro il 2019 ed impiegati nei collegamenti Mediterraneo-Nord America. È, inoltre, in fase di definizione l'ordine di altre sei meganavi ro/ro, con l'opzione per altre quattro, che serviranno le autostrade del mare mediterranee e avranno a bordo batterie per spegnere i motori in ormeggio. Poi, l'impiego entro il mese del traghetto ro/pax Finneagle (ribattezzato Euroferry Corfu), acquisito da Finnlines, sulle rotte in cabotaggio nel Mediterraneo Occidentale. Infine, rientreranno in flotta a gennaio dell'anno prossimo i traghetti ro/pax Amsicora e Bonaria.

Attualmente il gruppo Grimaldi impiega oltre 13,500 persone (di cui oltre tre quarti europeo e poco meno di un quarto extracomunitario), di cui 4,100 a terra e 9,400 a bordo. Di questi ultimi, su oltre 120 navi (con bandiere italiana, finlandese, svedese, inglese, greca e maltese), 4,600 sono italiani, 2,500 europei e 2,300 extracomunitari. I marittimi italiani sono imbarcati sia sulle navi che percorrono rotte in cabotaggio nazionale che su rotte nord-europee ed atlantiche.