|
adsp napoli 1
12 aprile 2024, Aggiornato alle 18,59
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Gli Stati Uniti avviano un'unità di crisi delle tanker

Il dipartimento dei Trasporti istituisce un Tanker Security Program: dieci unità medium range garantiranno il rifornimento di combustibile nei momenti di emergenza

(a.canvas.of.light/Flickr)

Martedì scorso l'amministrazione marittima del Dipartimento dei trasporti degli Stati Uniti (MARAD) ha annunciato l'iscrizione di nove product tanker nel Tanker Security Program (TSP), una flotta di navi cisterna battenti bandiera degli Stati Uniti, gestite privatamente, attive commercialmente e militarmente per garantire il rifornimento di combustibile nei momenti di crisi. Le navi opereranno nel commercio estero degli Stati Uniti e saranno a disposizione per essere impiegate durante i periodi di guerra o di emergenza nazionale.

Il programma è autorizzato per un massimo di dieci navi cisterna. Le navi proposte devono qualificarsi come unità medium range tra le 30 mila e le 60 mila tonnellate di portata lorda, con una capacità di carico minima di carburante di 230 mila barili. Devono avere meno di dieci anni di età ed essere disponibili a impegnarsi in un accordo di preparazione alle emergenze per tutta la durata del programma.
 
Le società selezionate per l'iscrizione che hanno già firmato accordi operativi sono Overseas Shipholding Group, Crowley-Stena Marine Solutions e Seabulk Tankers. Tutte con tre navi cisterna ciascuna, per un totale quindi di nove. Delle navi iscritte, quattro sono sotto bandiera degli Stati Uniti e sono già operative e cinque stanno lavorando con l'assistenza della Guardia Costiera degli Stati Uniti per accelerare il cambio di bandiera. Ogni nave cisterna iscritta riceverà un pagamento massimo di 6 milioni di dollari l'anno, ripartito proporzionalmente su base mensile.

Il TSP rafforzerà la catena di approvvigionamento degli Stati Uniti e migliorerà la circolazione dei prodotti combustibili liquidi, creando al tempo stesso posti di lavoro ben retribuiti, afferma il MARAD. Il TSP supporterà anche navi cisterna commerciali di proprietà americana, battenti bandiera americana e con equipaggio americano che operano nel trasporto commerciale internazionale. Il programma garantirà al Dipartimento della Difesa l'accesso garantito alle navi cisterna di prodotti di fondamentale importanza in grado di caricare, trasportare e immagazzinare prodotti petroliferi raffinati in stazione per sostenere la sicurezza economica nazionale. Come spiega il segretario ai trasporti degli Stati Uniti, Pete Buttigieg, queste navi forniranno «carburante alle nostre forze armate in tutto il mondo, creando centinaia di buoni posti di lavoro per i marinai americani».

-
credito immagine in alto