|
napoli 2
27 settembre 2021, Aggiornato alle 13,33
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Genova avvia al Pra' il port community system

Spedizionieri, agenti marittimi, camion, varchi e terminal di Voltri si scambieranno i documenti digitalmente. Fase transitoria fino al 30 settembre, poi obbligatorio per tutti

il bacino di Sampierdarena e di Prà/Voltri

Con l'ordinanza firmata oggi dal presidente dell'Autorità di sistema portuale della Liguria Occidentale, Paolo Emilio Signorini, una parte del porto di Genova avvia il port community system, il sistema di scambio digitale dei documenti merceologici tra spedizionere, agente marittimo, camion, varchi e terminal. Coinvolge una delle zone più trafficate dello scalo, il bacino di Sampierdarena e di Prà/Voltri.

Da oggi parte una fase transitoria che si concluderà il 30 settembre, per permettere alle imprese di adeguarsi. Il giorno dopo il port community system sarà obbligatorio per tutti.

L'ordinanza, frutto del lavoro dell'autorità portuale con il cluster logistico e marittimo locale (Confindustria Liguria, Assagenti e Spediporto, per citarne tre), individua i soggetti e disciplina le procedure di invio e ricezione di documenti e comunicazioni.

Le categorie professionali sono cinque: spedizioniere, agenzia marittima, autotrasporto, operatore di varco e terminal. I primi due si scambiano gli svincoli e il buono di consegna; l'autotrasporto la dichiarazione di arrivo e i badge; il varco verifica identità e congruenze; il terminal trasmette esito del viaggio, entrate e uscite e prenotazioni di ritiro. Tutto questo da oggi sarà fatto in digitale.

Tag: genova - digitale