|
napoli 2
14 maggio 2021, Aggiornato alle 20,04
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Fincantieri vara Raimondo Montecuccoli

Terzo di sette pattugliatori polivalenti d'altura in costruzione, sarà consegnato nel 2023 e rientra nel piano di rinnovamento della flotta della Marina militare italiana

Il momento del varo di Raimondo Montecuccoli

Si è svolto oggi, presso lo stabilimento Fincantieri di Riva Trigoso (Genova), il varo del terzo pattugliatore polivalente d'altura, Raimondo Montecuccoli.

Raimondo Montecuccoli, terza di sette unità di questo tipo in costruzione, sarà consegnata nel 2023 e rientra nel piano di rinnovamento delle linee operative delle unità navali della Marina italiana deciso avviato dal Parlamento nel maggio 2015 sotto l'egida di OCCAR (Organizzazione per la cooperazione congiunta in materia di armamenti).

Alla cerimonia, svoltasi in formato ristretto, hanno partecipato la senatrice Stefania Pucciarelli della Lega; il sottosegretario di Stato alla Difesa, Lorenzo Guerini; il comandante logistico della Marina militare, Eduardo Serra; e il direttore generale della divisione Navi Militari di Fincantieri, Giuseppe Giordo. Madrina della nave è stata Anna Maria Pugliese, figlia dell'ammiraglio di squadra medaglia d'oro al valor militare, Stefano Pugliese, il quale è stato comandante dell'incrociatore leggero Montecuccoli, entrato in servizio nel 1935 e radiato dalla flotta della Marina nel 1964.

Caratteristiche tecniche di Raimondo Montecuccoli
Il pattugliatore polivalente d'altura rappresenta una tipologia di nave altamente flessibile con capacità di assolvere a molteplici compiti che vanno dal pattugliamento con capacità di soccorso in mare alle operazioni di Protezione Civile, nonché, nella sua versione più equipaggiata, da nave combattente di prima linea. Sono infatti previste differenti configurazioni di sistema di combattimento: a partire da una leggera, relativa al compito di pattugliamento, integrata di capacità di autodifesa, fino ad una "completa", equipaggiata con il massimo della capacità di difesa. Inoltre l'unità è in grado di impiegare imbarcazioni veloci tipo RHIB (Rigid Hull Inflatable Boat) sino a una lunghezza di oltre 11 metri tramite gru laterali o una rampa di alaggio situata all'estrema poppa.