|
adsp napoli 1
20 aprile 2024, Aggiornato alle 20,22
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Fincantieri, offshore e carburanti green nel bilancio 2023

Il consiglio di amministrazione approva il bilancio di esercizio e consolidato con i ricavi in crescita. 26 le navi consegnate. Folgiero: "Il business militare e civile è solido"


Il Consiglio di amministrazione di Fincantieri, riunitosi a Roma sotto la presidenza di Claudio Graziano, ha approvato il bilancio di esercizio, il bilancio consolidato e la dichiarazione non finanziaria 2023. 

• i ricavi sono stati pari a 7,65 miliardi di euro, in aumento del 2,8 per cento sul 2022;
• l'Ebitda è pari a 397 milioni, in aumento dell'80 per cento, con un Ebitda margin al 5,2 per cento; 
• la posizione finanziaria netta negativa è pari a 2,27 miliardi, in deciso miglioramento rispetto ai 10 miliardi del 2022.

Il settore che ha spinto maggiormente, per tasso di crescita, è stato quello offshore, seguito dalle motorizzation a gas naturale, metanolo e idrogeno.

Il carico di lavoro, come da diversi anni a questa parte, è molto alto, 4,5 volte i ricavi, pari a 34,8 miliardi di ordini in commissione, di cui 6,6 miliardi acquisiti nel 2023, in aumento del 23,9 per cento sul 2022. Tradotto in navi da costruire: 85 navi in consegna tra quest'anno e il 2030.

Le navi consegnate nel 2023 sono state 26, costruite o finite di costruire e consegnate da 12 stabilimenti.

Per il 2024 il gruppo Fincantieri prevede ricavi per 8 miliardi di euro, in crescita del 4,5 per cento sul 2023.

«Questi risultati sono frutto della disciplina finanziaria e della solida performance operativa dello shipbuilding militare e civile, e di una forte ripresa dell'attività commerciale del settore offshore e navi speciali. Proprio il segmento offshore ha segnato un'accelerazione a dicembre dei nuovi ordini. Complessivamente, nel 2023 ne abbiamo acquisiti per 6,6 miliardi, a fronte di 5,3 miliardi nel 2022», commenta Pierroberto Folgiero, amministratore delegato di Fincantieri. 

«Nel primo anno del nuovo piano industriale - continua - abbiamo costruito e concretizzato un significativo aumento della redditività: l'EBITDA è cresciuto dell'80% rispetto al 2022 fino a sfiorare quota 400 milioni di euro. L'EBITDA margin è salito al 5,2% dal 3,0% dello scorso anno. La generazione di cassa è stata superiore alle aspettative comportando un miglioramento della Posizione Finanziaria Netta. Ringrazio per questi risultati tutte le persone di Fincantieri che hanno consegnato nell'anno 26 navi nonostante l'uscita da un periodo di congestione industriale oltre a promuovere con professionalità e determinazione gli obiettivi strategici del nuovo piano industriale».

«Nel 2023 - continua Folgiero - abbiamo infatti anche raggiunto incoraggianti risultati strategici nelle nuove motorizzazioni ad LNG, metanolo ed idrogeno, nelle piattaforme dati proprietarie per digital twin, sistemi di simulazione e manutenzioni predittive, nelle prime applicazioni di intelligenza artificiale e guida remotizzata, nella automazione e digitalizzazione dei cantieri che attirino di nuovo gli italiani nella industria pesante e, infine, nell'underwater che rappresenta la nuova frontiera in cui vogliamo guidare sempre più l'industria ed il Paese».