|
Porto di Napoli
24 settembre 2018, Aggiornato alle 17,23
intersped
Informazioni Marittime
Naples Shipping
Infrastrutture

Fincantieri e Cssc gestiranno un cantiere a Shanghai

Un polo specializzato in crociere nel distretto di Baoshan dove il gruppo italiano può lavorare insieme ai suoi fornitori


Un parco industriale, specializzato nelle navi da crociera, gestito da Fincantieri e gli stabilimenti cinesi, da realizzare a nord di Shanghai. Il gruppo navalmeccanico italiano e China State Shipbuilding Corporation (Cssc) firmano una lettera di intenti volta a realizzare e gestire un polo cantieristico nel distretto di Baoshan. La firma è avvenuta a Shanghai - durante un seminario sulla "One Belt, One Road" - tra Fabrizio Ferri, ceo di Fincantieri China; Chen Qi, vicepresidente di Cssc; e Su Ping, vicedirettore del distretto di Baoshan. Si concretizzano così gli accordi preliminari di febbraio, quelli firmati anche insieme a Carnival Corporation, a Pechino, per costruire nel Waigaoqiao Shipbuilding di Shanghai due navi da crociera più quattro in opzione, le prime unità di questo tipo realizzate da Fincantieri in loco per il mercato cinese.

«Fincantieri – spiega il gruppo in una nota - potrebbe diventare il volano per l'insediamento in Cina della propria catena italiana di fornitura, o di altre pmi italiane, che in questo modo trarrebbero un notevole vantaggio dall'operazione».

L'intesa prevede la costituzione di un hub dedicato principalmente alle attività crocieristiche, ma anche cantieristiche e marittime. Rientra in un più ampio programma dello Stato cinese per potenziare e specializzare la regione di Baoshan, all'interno a sua volta di un enorme programma di sviluppo infrastrutturale e industriale, quello, appunto, della "One Belt, One Road", il potenziamento delle rotte marittime, terrestri, e dei volumi d'affari, all'interno della cintura commerciale eurasiatica. Qui Fincantieri e i suoi fornitori godranno dei vantaggi di lavorare in un distretto come quello di Boashan, che ospita il più grande porto commerciale e crocieristico della Cina e rappresenta già oggi la regione più sviluppata del Paese nel settore delle crociere. Gode di terreni, finanziamenti, agevolazioni fiscali per accelerarne lo sviluppo: è Shanghai free trade zone e China cruise tourism development experimental zone.

Nata nel 1999, a Cssc fanno capo più di 50 aziende e istituti, 3 società quotate e 12 cantieri di costruzione e riparazione ubicati, tra gli altri, in Usa, Svizzera, Germania, Giappone, Korea, Singapore, Tailandia, Hong Kong, Macao. Più di centomila i dipendenti.