|
adsp napoli 1
23 settembre 2022, Aggiornato alle 21,13
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Due reachstacker in arrivo per il San Cataldo di Taranto

Commessa del terminalista turco Yilport per 27 mezzi di sollevamento tra reachstacker, container handler e forklift truck

Una reachstacker in azione (Trondheim Havn/Flickr)

La turca Yilport rafforza le banchine dei suoi terminal portuali in gestione con un corposo ordine alla Kalmar, multinazionale finlandese dei mezzi di sollevamento per i terminal container, parte del gruppo Cargotec. 27 attrezzature mobili di nuova generazione: 20 reachstacker di nuova generazione, 4 mezzi per i container vuoti (container handler) e 3 carrelli elevatori (forklift trucks). Le prime consegne inizieranno entro settembre, per concludersi entro marzo dell'anno prossimo.

Di questi, due reachstacker sono per il San Cataldo Container Terminal di Taranto. Yilport Gebze e Gemport, in Turchia, ne riceveranno quattro, più un movimentatore di container vuoti e una forklift truck. Il terminal di Gävle in Svezia riceverà sei reachstacker, un movimentatore di container vuoti e due carrelli elevatori. In Portogallo, il terminal Setúbal riceverà cinque reachstacker, quello di Liscont una, più un container handler, e quello di Sotagus due reachstacker e un container handler.

Yilport Holding è stata costituita nell'agosto 2011 come filiale per consolidare le operazioni portuali e i terminal container del gruppo turco Yildrim. Oggi, gestisce 22 porti e terminal marittimi tra Europa e America: cinque in Turchia (più cinque terminal retroportuali), sette in Portogallo, due in Spagna, due in Svezia (più un retroporto) e uno ciascuno in Norvegia, Malta, Italia, Perù, Ecuador e Guatemala. 

-
credito immagine in alto