|
napoli 2
04 luglio 2020, Aggiornato alle 15,15
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Personaggi

di Majo è presidente dell'AdSP di Civitavecchia

È arrivato il decreto del ministero dei Trasporti, dopo i pareri favorevoli del Parlamento


Arriva il terzo presidente dell'Autorità di sistema portuale. Dopo la nomina di Sergio Prete a Taranto e Zeno D'Agostino a Trieste, è il turno dell'avvocato Francesco Maria di Majo, counsel dello studio internazionale Watson Farley & Williams, che ne dà notizia. Oggi il ministro dei Trasporti Graziano Delrio lo ha decretato presidente dell'Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno centro-settentrionale, che comprende i porti di Civitavecchia, Gaeta e Fiumicino.
 
La designazione di di Majo è stata approvata il 15 novembre da parte delle Commissione Trasporti della Camera dei deputati, a seguito del parere favorevole del Senato l'8 novembre.
 
Il curriculum di di Majo 
di Majo ha partecipato, in qualità di consulente giuridico, esperto di diritto europeo dei trasporti, all'"Iniziativa di Studio sulla Portualità" del Dipartimento per la Programmazione e il Coordinamento della Politica Economica (DIPE) della presidenza del Consiglio. È stato diplomatico presso il ministero degli Affari Esteri in cui ha ricoperto diversi incarichi, tra cui quello di addetto commerciale presso l'Ambasciata d'Italia a Vienna, partecipando al negoziato dell'Accordo di Stato Italia-Austria per la realizzazione del tunnel di Base del Brennero. È stato project manager di un programma dell'Unione Europea nei Balcani occidentali (appalti pubblici, concorrenza, ambiente ed energia) e consulente giuridico di diverse organizzazioni internazionali e di Stati esteri nel settore degli appalti pubblici, energia, valorizzazione del demanio pubblico e revisione delle misure di controllo doganale nei porti. di Majo ha anche ricoperto il ruolo di delegato della Camera di Commercio italiana per la Germania ed è docente di diritto europeo ambientale presso l'Università per Stranieri di Perugia nonché autore di diverse pubblicazioni sulla portualità.

L'Autorità Portuale di Civitavecchia Fiumicino e Gaeta è al centro del sistema logistico della capitale. Rappresenta uno snodo di collegamento strategico tra la Regione Lazio, la Campania, l'Umbria, la Toscana e le Marche. Il porto di Civitavecchia è il primo porto croceristico d'Italia con circa 2,3 milioni di passeggeri movimentati ed è il secondo del Mediterraneo dopo Barcellona (2,5 milioni). Sono attualmente in corso progetti per aumentare la sua capacità ricettiva sia nel settore delle crociere che in quello dei traghetti e traffico ro-ro.

La Regione Abruzzo, con i porti di Ortona e Pescara, ha chiesto di far parte dell'Autorità del Mar Tirreno centro-settentrionale che potrebbe dunque diventare la più grande autorità di sistema portuale in Italia.