|
napoli 2
20 novembre 2019, Aggiornato alle 16,04
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Armatori

d'Amico, crescono (di poco) i ricavi nel primo semestre

L'ad della società si dichiara ottimista per le prospettive di mercato, prevedendo un "miglioramento nel rapporto tra offerta e domanda di navi cisterna"


Con una nota di ottimismo, la d'Amico International Shipping rende noto di aver conseguito nel primo semestre del 2019 ricavi per 126,3 milioni di dollari, un pelo di più dei 125,6 milioni registrati nel primo semestre del 2018. L'utile operativo lordo ha raggiunto i 47,9 milioni (10,1 milioni nel periodo gennaio-giugno del 2018) mentre il risultato netto è di 24,3 milioni rispetto ai 20 milioni della prima metà del 2018.  L'indebitamento netto è di 698,5 milioni.

Il commento

"Restiamo molto positivi sulle prospettive di mercato della nostra industria, caratterizzata da fondamentali solidi e da un previsto miglioramento nel rapporto tra offerta e domanda di navi cisterna - dichiara Paolo d'Amico, presidente e amministratore delegato della società –. Si stima infatti che la domanda per il trasporto via mare di prodotti petroliferi sarà molto forte nella seconda metà dell'anno, trainata anche da una ripresa della crescita dei consumi di petrolio e da un'accelerazione della crescita dei volumi raffinati, grazie alle nuove regolamentazioni IMO che, a partire da gennaio 2020, limiteranno il contenuto di zolfo presente nei carburanti marittimi allo 0,5%, incrementando i margini di raffinazione soprattutto per diesel e benzina. In aggiunta – conclude Paolo d'Amico – si stima anche che la crescita netta della flotta nei prossimi due anni sarà molto contenuta".
 

Tag: bilanci