|
Porto di Napoli
16 ottobre 2018, Aggiornato alle 19,30
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Armatori

Costa Crociere prima compagnia a "sdoganare" il lavoro a distanza

Per un giorno alla settimana 1.300 dipendenti in Italia e all'estero potranno operare da casa


Cominciare una giornata di lavoro senza uscire di casa. Non è una contraddizione, ma la tendenza che si sta consolidando in molte aziende nell'era della tecnologia digitale. Lo sa bene Costa Crociere che con il programma "Sm@rt Working Costa – Moving Forward!" ha deciso di consentire ai dipendenti degli uffici Costa in Italia e all'estero, circa 1.300 persone, di scegliere un giorno alla settimana per lavorare da casa o in un altro luogo idoneo a loro scelta, grazie all'utilizzo di laptop, connessione internet e un programma di softphone, che permette di avere a disposizione anche da remoto i servizi di instant messaging, telefono, video HD, conferenza, voicemail con interfaccia visiva e condivisione desktop.


Il programma è già partito nella sede centrale di Genova della compagnia, dove operano quasi 1.000 dipendenti, a seguito di una fase pilota che ha coinvolto due dipartimenti (Human Resources e IT) registrando un'adesione di circa il 90%. Entro la fine dell'anno lo "smart working" verrà progressivamente esteso anche a tutte le altre sedi estere in Europa e in America.


Il progetto è stato premiato in occasione degli Smart Working Award 2017 dell'Osservatorio della School of Management del Politecnico di Milano. Tra i benefici immediati, la riduzione del tempo impiegato negli spostamenti, più di un'ora al giorno in media per i dipendenti Costa, e la maggiore sostenibilità ambientale.