|
napoli 2
30 settembre 2020, Aggiornato alle 20,26
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Corsica Sardinia Ferries passa a Pierre Mattei

La famiglia Pascal cederà la maggioranza alla consociata Lota Maritime


Fondata quasi cinquant'anni fa da Pascal Lota (scomparso a gennaio 2016), la Corsica Sardinia Ferries cambia l'organizzazione societaria con l'ingresso nella quota di maggioranza di Pierre Mattei (foto), presidente del comitato esecutivo (dal 1999) della consociata Lota Maritime. Non è ancora noto l'ammontare del capitale, gestito dalla finanziaria Lozali, che Mattei acquisirà dalla famiglia Lota.  

«A seguito di una lunga riflessione, la maggioranza dei soci storici del gruppo ha deciso di cedere la quota azionaria di maggioranza per il controllo della Compagnia», rende noto un comunicato della compagnia, fermo restando, continua, «l'intento di mantenere il livello occupazionale in Corsica Sardinia Ferries, di sviluppare il traffico verso la Corsica, la Sardegna e l'Elba e di preservare la radice profondamente corsa della Compagnia. I nuovi soci hanno la ferma volontà di continuare il lavoro del presidente Pascal Lota, recentemente scomparso, e della sua famiglia, al fine di garantire l'indipendenza e la grandezza della compagnia».

Lota ha fondato la compagnia nel 1968, con il nome di Corsica Line, poi divenuto Corsica Ferries. Nel 1981 ha fondato il marchio Sardinia Ferries collegando Olbia e Livorno. Nel 1990 l'addio al porto di Olbia per quello vicino di Golfo Aranci e da lì, nel 1996, il collegamento con Civitavecchia poi sostituito dalla tratta Golfo Aranci-Livorno. Oggi Corsica Sardinia Ferries trasporta ogni anno più di tre milioni e mezzo di passeggeri con una flotta di 13 navi. Ha 1,400 dipendenti e collega i porti di Tolone, Nizza, Bastia, Savona, Livorno e Piombino. Le attività organizzative, amministrative e logistiche della società sono concentrate a Savona.