|
adsp napoli 1
02 dicembre 2022, Aggiornato alle 16,26
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Container, nell'ultimo biennio sono aumentati quelli persi in mare

Le cause di questo fenomeno sono analizzate nella ricerca del World Shipping Council


Nel biennio 2020-2021 il numero dei container persi in mare è notevolmente cresciuto, sfiorando le quattromila unità nel 2020 e superando le duemila nel 2021, per un totale di 6226 contenitori. Numeri piccoli rispetto alla mole totale dei container che viaggiano in mare, ma la tendenza preoccupa, se si considera che nel decennio precedente si era quasi sempre rimasti sotto la soglia dei duemila smarrimenti all'anno. Il fenomeno è attentamente analizzato nella ricerca periodica del World Shipping Council, che prende in esame anche le cause della caduta in mare.
    
Ci sono i sinistri provocati dalla merce caricata male o dalla falsa dichiarazione di peso (che condiziona la posizione del contenitore sulla nave). Ma emergono spesso problemi di fissaggio, o criticità legate alle condizioni meteorologiche durante la navigazione. In altre circostanze, l'incaglio della nave o i cedimenti strutturali possono causare la caduta dei container. Secondo il World Shipping Council, l'elevato numero delle perdite dell'ultimo biennio è causato soprattutto dal "numero insolitamente alto di incidenti legati alle condizioni meteorologiche" dell'inverno 2020-2021.