|
adsp napoli 1
03 febbraio 2023, Aggiornato alle 13,49
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Commessa giapponese da 20 milioni per Somec

Si occuperà dell'allestimento di una nave da crociera di Nippon Yusen Kabushiki Cruises in costruzione in Germania con consegna nel 2025. Un'altra in opzione

(nyk.com)

Il gruppo Somec, società di ingegneria e allestimento navale quotata sul mercato Euronext Milan di Borsa Italiana, ha acquisito commesse per complessivi 20,5 milioni di euro dal cantiere navale tedesco Meyer Werft. Con queste ulteriori commesse il portafoglio ordini del gruppo da inizio anno supera i 250 milioni.

Per la precisione, le società Somec e Oxin, parte dello stesso gruppo, hanno siglato un contratto per la costruzione della nave Asuka III, presso il cantiere di Papenburg in Germania, comprensivo di un'opzione del valore complessivo di 20,5 milioni. Asuka III è una nave da crociera che si posiziona nella fascia d'alta gamma della società armatrice Nippon Yusen Kabushiki Cruises, il più importante operatore di crociere giapponese. La nave ha una stazza lorda di oltre 50 mila tonnellate, è lunga 228 metri e larga 29, con una capacità di 744 passeggeri in 385 cabine oltre a 470 persone di equipaggio. La consegna è prevista nel 2025. A tale realizzazione ne seguirà un'altra in opzione, con consegna prevista nel 2026.

Somec si occuperà della progettazione su misura, produzione ed installazione dei sistemi per moduli prefabbricati delle balcony e dei serramenti scorrevoli delle cabine passeggeri. La commessa affidata ad Oxin rappresenta il primo ordine commissionato dal cantiere tedesco Meyer Werft per la progettazione su misura, fornitura ed installazione delle aree catering della nave, che si sviluppano su undici ponti per un totale di circa 1500 metri quadri.

«Queste commesse dimostrano la capacità del gruppo di creare sinergie tra le diverse divisioni di cui si compone e come le singole eccellenze che ne fanno parte sappiano attrarre lavori sempre più articolati», sottolinea Oscar Marchetto, presidente di Somec, «nonostante le criticità del momento, il settore navale vede una buona effervescenza e il Gruppo si dimostra pronto a cogliere le opportunità che il mercato offre, ovunque nel mondo, grazie alle partnership consolidate con i cantieri navali e alla presenza a livello internazionale».

-
credito immagine in alto