|
napoli 2
09 agosto 2020, Aggiornato alle 19,47
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Come viaggiare in nave d'estate. Rina certifica Grimaldi "Covid-free"

Le navi della flotta si allineano al decreto dell'11 giugno, implementando particolari protocolli sia per i passeggeri che per l'equipaggio, per viaggiare «in sicurezza e serenità»


«Allo scopo di assicurare sicurezza sanitaria e serenità ai passeggeri, il Gruppo Grimaldi si certifica "Covid-free" tramite il Rina, introducendo a bordo delle proprie navi procedure organizzative volte a ridurre al minimo il rischio di contagio». Lo annuncia in un comunicato il gruppo partenopeo, introducendo nuove procedure che si allineano ai contenuti del dpcm dell'11 giugno e creando «le condizioni ottimali di sicurezza sanitaria nelle fasi di pre-imbarco, imbarco, permanenza a bordo e sbarco».

Per esempio, per evitare assembramenti, il check-in di passeggeri e veicoli viene fatto nel piazzale di imbarco. Chi viaggia in auto non scenderà dal veicolo. Per i passeggeri sarà obbligatorio in questa fase l'utilizzo di mascherine, ma sarà cura della compagnia fornirle gratuitamente, inclusi i guanti. Una volta a bordo ci si dirigerà direttamente in cabina, per evitare assembramenti in reception.

Tutti i passeggeri devono portare con sé l'autocertificazione "COVID", che viene ritirata dal personale all'imbarco, e sottoporsi alla misurazione della temperatura corporea. Oltre i 37,5 gradi l'accesso a bordo è negato.

Il personale di bordo in contatto con i passeggeri indosserà sempre mascherina e guanti e manterrà il distanziamento sociale. Annunci periodici al megafono ricorderanno le regole da seguire. Potenziato il servizio in cabina.

Le aree pubbliche - i bar, le sale poltrone, i negozi, gli accessi – sono contingente e gli orari di apertura dei locali sono stati dilatati. 

La certificazione del Rina garantisce la sanificazione totale della nave, un'attenzione particolare ai prodotti disinfettanti utilizzati e alle superfici con cui si entra in contatto, oltre alla distribuzione di liquidi detergenti.

Per quanto riguarda l'equipaggio, sono state verificate le procedure per l'imbarco, la permanenza a bordo del personale marittimo e lo svolgimento delle mansioni. C'è un protocollo specifico stilato da Grimaldi per garantire cambi di equipaggio e trasferimenti sicuri.

«Gli spazi di aggregazione ci pongono di fronte a rischi aggiuntivi che con le giuste misure possono, però, essere minimizzati», afferma Ugo Salerno, presidente e amministratore delegato del Rina. «Siamo felici – conclude - che il Gruppo Grimaldi ci abbia scelto per questo primo importante passo nella direzione della tutela della salute dei passeggeri e degli equipaggi. Si tratta di una dimostrazione di responsabilità da parte del Gruppo anche nei confronti della ripartenza dell'economia nazionale».

«In questa fase post-covid vogliamo lanciare un chiaro messaggio che il viaggio in nave è tra i più sicuri e le procedure "COVID-free" di viaggio ne sono una dimostrazione tangibile», ha detto Emanuele Grimaldi, amministratore delegato del gruppo partenopeo, il quale si complimenta col Rina «per l'ottimo lavoro svolto nell'aiutarci, con competenza e professionalità, a risolvere alcune criticità e permettere il trasporto sicuro di passeggeri in questi tempi difficili».