|
napoli 2
25 ottobre 2020, Aggiornato alle 12,46
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Cma Cgm vicina al ripristino dei servizi online

A una settimana dall'attacco hacker, le piattaforme per i caricatori stanno tornando gradualmente online. Analisti e clienti si aspettano in futuro una reazione più preparata


A una settimana dall'attacco, i servizi web di Cma Cgm per i caricatori che imbarcano sulle navi della compagnia francese continuano ad essere fuori uso anche se, gradualmente, si stanno ripristinando. Già da giovedì scorso alcuni applicativi in back-office sono stati ripristinati e, poche ore dopo l'attacco, molti servizi sono migrati su INTTRA, intervenendo così sulle prenotazioni e l'elaborazione dei documenti, anche se tramite strumenti più "antiquati" come il modulo excel. Il rilascio delle fatture e dei moduli EDO, per esempio, è molto rallentato. 

Una situazione che si è fatta spinosa per l'armatore, a fronte di una crescente scontentezza dei clienti, con le proteste delle associazioni australiane degli spedizionieri (l'area commerciale più colpita) di Freight & Trade Alliance (FTA) e dell'Australian Peak Shippers Association (APSA), le quali rappresentano oltre una dozzina di servizi internazionali che partono dal continente.

Un analista di SeaInteligence, Lars Jensen, ha ricordato un attacco simile subito da Maersk nel 2017. Allora, l'armatore danese ci ha messo otto giorni per ripristinare i servizi ma in realtà la maggior parte degli applicativi è tornato alla normalità in circa 5 settimane. Jensen si augura che una volta che tutto tornerà come prima Cma Cgm «condivida la sua esperienza al fine di aumentare la preparazione del settore per tali attacchi, in quanto è altamente improbabile che questa sia l'ultima volta che accada una cosa del genere a una compagnia marittima».

Probabile, come ha riferito il responsabile commerciale di FTA-APSA, John Park, che gli spedizionieri chiederanno un risarcimento per le numerose cancellazioni che hanno subito o sono stati costrette ad eseguire perlmeno negli ultimi sette giorni. Cma Cgm ha risposto che ogni disservizio causato sarà risarcito.

Tag: cma cgm - hacker