|
napoli 2
06 dicembre 2019, Aggiornato alle 17,29
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Armatori - Logistica

Cma Cgm a caccia di 2 miliardi di dollari

Gli serviranno per chiudere l'acquisizione di Ceva Logistics. Le risorse non arriveranno prima del 2024 e porteranno alla cessione di numerose navi e terminal

Rodolphe Saadé

La terza compagnia armatoriale al mondo di container, Cma Cgm, ha annunciato un piano di liquidazione da due miliardi di dollari, risorse necessarie per acquisire il grande gruppo elvetico Ceva Logistics, la cui scalata societaria si è conclusa ad aprile portando la compagnia marittima ("marittimo", a questo punto, è riduttivo) francese a detenere oggi il 97,8 per cento del capitale.

«Abbiamo molte risorse e le useremo tutte», ha detto chiaramente il CEO di Cma Cgm, Rodolphe Saadé. Per chiudere l'operazione c'è bisogno di una grossa somma di denaro. Il grosso verrà dal sale & lease-back (vendita con patto di locazione, un leasing finanziario, un contratto di vendita con un'istituzione finanziaria) di diverse navi, operazione già in corso e che dovrebbe chiudersi entro l'anno portando in cassa 860 milioni di dollari.

Altri 468 milioni verranno dalla cessione di ben dieci terminal portuali, gestiti dalla controllata Terminal Link (51%) insieme a 49% China Merchants Port Holdings, con cui ha stretto un accordo. Gliene resteranno tre, di quelli gestiti con Terminal Link. Sulla base dei termini stabiliti col socio cinese, Cma Cgm conta di chiudere questa cessione entro la prossima primavera. 

400 milioni dovrebbero arrivare direttamente dagli utili di bilancio, che però verranno raggiunti solo nel 2024. Infine, 100 milioni arriveranno dalla carolarizzazione dei crediti verso i clienti Ceva e 93 milioni dalla vendita di un polo logistico in India.

Intanto il terzo trimestre di quest'anno si è chiuso con risultati positivi proprio grazie alla presenza di Ceva Logistics nel gruppo armatoriale. La divisione logistica della compagnia marittima ha ottenuto ricavi per 1,7 miliardi di dollari, un rialzo che supera il mille per cento. L'Ebitda è stato di 145,5 milioni (nel terzo trimestre 2018 è stato negativo per 1,8 milioni) e l'Ebit di 34,5 milioni (+4 mila per cento). Il core business di Cma Cgm, il trasporto conainer, è invece calato del 2 per cento attestandosi a 5,7 miliardi di ricavi. L'Ebitda di questa divisione è stato di circa 832 milioni (+153%), l'Ebit di circa 287 milioni (+44%).

Cma Cgm conta 506 navi per un capacità complessiva di 2,7 milioni di teu. Negli ultimi tre mesi ha trasportato 5,53 milioni di teu, in crescita del 5 per cento, anche qui grazie all'acquisizione della tedesca Containerships, poi fusa con la filiale MacAndrews.

Tag: cma cgm