|
napoli 2
03 luglio 2020, Aggiornato alle 18,22
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Infrastrutture

Click&Boat, il noleggio "condiviso" delle barche si espande in Italia

Un sistema come quello di Airbnb permette ai proprietari di sfruttare con profitto i periodi in cui la barca è ferma

Gorioux e Bismuth

di Paolo Bosso 
 
Il sistema a pagamento della "rete di ospitalità", quello di Airbnb per intenderci, inizia a diventare una realtà strutturata anche nel noleggio delle imbarcazioni nautiche. Non avrà gli stessi numeri di un mercato enorme come quello degli appartamenti ma crea un mercato potenzialmente annuale in un settore che ha nel suo dna la stagionalità. La start-up si chiama Click&Boat ed è stata fondata nel 2013 dal marsigliese Jérémy Bismuth e dal bretone Edouard Gorioux, entrambi con studi di economia alle spalle. Impiega venti persone e ha sede su una chiatta ormeggiata sulla Senna a Boulogne Billancourt, poco fuori Parigi. È una realtà consolidata – 8 mila le barche disponibili attualmente - ma è da quest'anno che conta di espandersi sensibilmente in Italia dopo che l'anno scorso ha esteso la sua attività verso cinque paesi europei: Croazia, Grecia, Spagna, Malta e appunto l'Italia. Qui sono attualmente 500 le barche referenziate e l'obiettivo di quest'anno per Bismuth e Gorioux è quello di triplicarne il numero.
 
La piattaforma si basa sul "consumo collaborativo" sfruttando la destagionalità naturale delle imbarcazioni da diporto per riempire i periodi di inattività, di granlunga superiori a quelli di attività. In Francia, secondo i calcoli di Click&Boat, una barca naviga mediamente dieci giorni l'anno, producendo quando è ferma un costo pari al dieci per cento del suo valore, per una media di circa 5 mila euro l'anno. Dati che non si discostano troppo da altri paesi come l'Italia. Ogni anno decine di migliaia di imbarcazioni sono parcheggiate nei "marina" d'Europa con costi di mantenimento esosi. Click&Boat riempe questi vuoti con una rete che permette ai proprietari di noleggiare imbarcazioni da diporto. Anche Airbnb fitta imbarcazioni che però restano ormeggiate, essendo utilizzate sempre nei limiti di un appartamento. Click&Boat invece noleggia l'usufrutto: il potenziale locatario e l'"armatore" si incontrano il giorno del noleggio per firmare un contratto preintestato con una commissione del 15 per cento da parte di Click&Boat.
 
Ad oggi sono 8 mila le navi presenti negli annunci, 70 mila i membri, 2 milioni i visitatori sul sito web, 15 mila i noleggi effettuati per un totale di 10 milioni nelle tasche dei proprietari delle navi. Un mercato a cui si sta aggiungendo l'Italia con il suo considerevole numero di barche (600 mila), porti (689), isole (800) e passeggeri, ben 73 milioni in partenza o in arrivo nel Belpaese. 
Tag: nautica