|
napoli 2
25 settembre 2020, Aggiornato alle 17,23
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Clia entra in Confcommercio

L'associazione crocieristica mondiale ha sedi in 15 Paesi e fa viaggiare ogni anno 23 milioni di passeggeri


La crocieristica mondiale approda in Confcommercio. A fare il suo ingresso nel sistema confederale è la Cruise Lines International Association, meglio nota come Clia, la più grande associazione di settore. Presente in tutta Europa, così come in America, Asia e Australia, ha uffici in 15 diversi Paesi, fa viaggiare ogni anno 23 milioni di passeggeri e annovera le più prestigiose compagnie crocieristiche al mondo sia oceaniche che fluviali.


"L'entrata di questa multinazionale nel nostro mondo associativo - dichiara il presidente di Confcommercio Imprese per l'Italia Carlo Sangalli - conferma che la Confcommercio sa interpretare correttamente le esigenze di gestione delle imprese del commercio, del turismo, dei servizi e dei trasporti, e soprattutto è interlocutore che merita l'attenzione e il rispetto della politica e delle istituzioni. Una rappresentanza che vuol essere al passo con i tempi in un'economia sempre più terziaria offrendo ai propri associati servizi e innovazione".

 

"Clia è presente in Italia solo dal 2014 e la collaborazione con prestigiose associazioni di categoria come Confcommercio e Conftrasporto rappresenta una conferma del buon lavoro svolto", dichiara Kerry Anastassiadis, chairman di Clia Europa e Amministratore Delegato di Celestyal Cruises. "Inoltre – prosegue – il settore delle crociere in Italia è solido nonostante la crisi e per il futuro è prevista una costante crescita. Aumentare gli spazi di rappresentanza è fondamentale per migliorare il dialogo tra i vari attori, gli interessi di tutto il comparto, da quello delle migliaia di lavoratori, a quello dei passeggeri, fino ai fornitori e a tutto l'indotto derivante dal turismo. L'Italia non deve restare indietro rispetto ai trend del resto del mondo", conclude Anastassiadis".

"Non posso che essere compiaciuto – afferma il presidente di Conftrasporto e vice presidente di Confcommercio Paolo Uggè - Auspico che altri seguano la stessa rotta per fare della nostra Confederazione una realtà ancora più unica e forte, espressione delle principali modalità di trasporto".

Nella foto, da sinistra, Kerry Anastassiadis, Carlo Sangalli e Manfredi Lefebvre d'Ovidio